\\ Home Page : Articolo : Stampa
Milano, pagano voli mai prenotati: denunciata adv. Treni e traghetti sporchi rovina vacanza per 50% italiani. A Lima per la seconda volta fiera turismo sudamericana.
By Admin (from 04/08/2010 @ 12:28:43, in it - Osservatorio Globale, read 1774 times)

Circa 200 immigrati, la maggior parte lavoratori sudamericani che volevano tornare a casa per il periodo di ferie, hanno pagato tra i 1000 e 3000 euro ad un'agenzia di viaggio per biglietti aerei scoprendo solo all'aeroporto che i voli non erano mai stati prenotati. Gli immigrati, quasi tutti di Perù, Ecuador, Honduras, si erano affidati ad un'agenzia milanese, denominata Dy Aerei di Anita Mayo, gestita da ecuadoregni in via Tadino. Per alcuni mesi l'agenzia, ha accolto le prenotazioni di viaggi per l'estate ad offerte vantaggiose. I clienti hanno pagato sempre in anticipo ma solo nelle settimane scorse, quando i primi che avevano prenotato si sono presentati in aeroporto hanno scoperto che non c'era alcun biglietto a loro nome. Si sono presentati quindi in agenzia, senza più trovare nessuno. Per un certo periodo la titolare ha risposto al cellulare proponendo incontri chiarificatori e attribuendo la responsabilità di quanto accaduto, ad altre agenzie, alle quali a sua volta aveva versato i soldi ricevuti per fare le prenotazioni. Poi anche quel canale si è interrotto.


La sporcizia di traghetti, treni e autobus rovina le vacanze di un italiano su due in partenza per le vacanze estive. Va un poco meglio per le aree di servizio mentre sono promossi aerei ed aeroporti. E' quanto emerge da un'indagine condotta da AfidampFab, che rappresenta le aziende operanti nel settore del cleaning professionale. Sotto accusa ci sono i cattivi odori nelle aree di transito, bagni sporchi e privi di dotazioni di base come carta igienica e sapone, poggiatesta sporchi. Gli italiani comunque dichiarano di non essere disposti a pagare un prezzo più alto per avere un luogo più pulito, perché ritenuto un dovere di chi offre i servizi di trasporto e dei gestori dei luoghi pubblici.  


Dal 22 al 24 settembre Lima ospiterà per la seconda volta ‘Travel Mart Latin America 2010', la fiera dell'America Latina che raduna buyer e fornitori di servizi turistici provenienti da diversi Paesi del mondo giunta alla 34esima edizione. È prevista la partecipazione di circa un migliaio di delegati interessati anche a conoscere la storia, la ricchezza archeologica e culturale del Perù. Numerosi gli appuntamenti prefissati, attraverso cui i partecipanti hanno concrete opportunità di far business, conoscere nuovi prodotti unitamente all'ampia offerta turistica sudamericana.  Saranno oltre 40 i fornitori peruviani presenti tra TO locali, catene alberghiere e compagnie aeree. "L'evento si svolge per la seconda volta in Perù - ha spiegato Tibisay Monsalve, coordinatrice generale Tmla - e dalla sua istituzione, avvenuta oltre trent'anni fa proprio nel nostro Paese, questa manifestazione continua ad essere riconosciuta a livello mondiale per la sua qualità e per i suoi risultati. L'edizione del 2005, tenutasi a Lima, aveva generato un giro d'affari di circa 300 milioni di dollari: ci si aspetta che quest'anno possa essere di molto superiore, malgrado la crisi finanziaria". Questa edizione avrà luogo presso la Fortaleza del Real Felipe a Lima.


Fonti: travelnostop.com e travelmartlatinamerica.com