\\ Home Page : Articolo : Stampa
SVIZZERA: Tedeschi discriminati, nasce un gruppo in loro sostegno. Non sempre facile la vita per i 75900 tedeschi residenti nel canton Zurigo.
By Admin (from 29/06/2012 @ 08:07:41, in it - Scienze e Societa, read 1970 times)

"Se qui non ti trovi bene, torna al tuo paese al posto di criticare". Chissà quante volte se lo sono sentito dire gli stranieri che abitano in Svizzera. Una frase che fa male e "che può portare alla depressione o provocare l'esaurimento". A dirlo al portale 20 Min.ch è Michael Engler, il fondatore del gruppo di auto-aiuto costituitosi a Zurigo recentemente, che ha come scopo l'aiuto e il sostegno alla comunità tedesca che vive a Zurigo.

Come ricorda il quotidiano zurighese Tages-Anzeiger, i tedeschi rappresentano il 23% dei circa 330mila stranieri residenti nel canton Zurigo. Il 54enne tedesco, che vive in Svizzera dal 2006, ha costituito a Zurigo il gruppo, appoggiandosi alla Fondazione "Pro porte aperte della Svizzera".

Un luogo d'incontro dove i tedeschi possono essere aiutati, grazie a sedute in cui si possono raccontare le proprie esperienze di vita vissuta in un paese in cui si respira quello che il quotidiano zurighese definisce "un vento contrario e sgarbato".

Sono circa 30mila i tedeschi che vivono a Zurigo e nel cantone rappresentano la comunità straniera più numerosa.

Engler si fa portavoce del malessere di molti tedeschi in Svizzera tedesca: "sui cantieri i tedeschi sono i più sfruttati, anche se ricevono paghe più basse. Ci sono poi anche i casi di auto danneggiate per il fatto di avere targhe tedesche. Un altro problema è la lingua. Ci dicono che dobbiamo imparare lo svizzero-tedesco, poi, quando tentiamo di parlarlo, veniamo derisi".

Il primo incontro è previsto il prossimo 17 luglio. Gli svizzeri sono invitati ed Engler spera nel loro aiuto : "Spero di ricevere consigli concreti da esperti svizzeri, ma anche in uno scambio tra le due culture".

Engler, inoltre, dice che "non tutti sono arroganti e presuntuosi, anche se spesso sono considerati in questo modo".

Quello di Zurigo non è il primo gruppo di sostegno ai tedeschi costituitosi in Svizzera Tedesca. A Berna ne esiste già uno.

Fonte: tio.ch