\\ Home Page : Articolo : Stampa
La tanto discussa legge introdotta all’inizio del 2012 nelle province di Zelanda, Brabant Nord e Limbourg, che vietava la vendita di cannabis e altre droghe leggere ai turisti stranieri, verrŕ abolita.
By Admin (from 29/11/2012 @ 04:02:53, in it - Osservatorio Globale, read 1275 times)

Lo ha annunciato il governo olandese attraverso il ministro della Giustizia Ivo Opstelten che ha comunicato la decisione al Parlamento lunedì.

Le amministrazioni locali potranno così scegliere come agire: se mantenere libero l’accesso alle droghe leggere vendute nei coffee shop anche ai turisti o se invece dare quest’opportunità soltanto ai locali.

La scelta è arrivata dopo un’attenta valutazione economica: grazie a questo nuovo cambiamento, infatti, Amsterdam non perderà i milioni di turisti che ogni anno scelgono l’Olanda come meta delle loro vacanze proprio per approfittare del fatto che il consumo di droghe leggere in questo Paese è legale. E soprattutto, le centinaia di coffee shop presenti nel Paese non saranno necessariamente costrette a chiudere per mancanza di clienti.

Nello stesso tempo, però, le città confinanti con Belgio, Francia e Germania, dove l’utilizzo di cannabis è vietato, potranno comunque imporre un veto sulle droghe ai turisti, per evitare l’aumento della criminalità e il pendolarismo esclusivamente legato al consumo di droghe. Ecco anche perché alcune città come Maastricht per esempio, hanno ridotto la possibilità di comprare cannabis soltanto ai residenti.

Fonte: iljournal.it