Immagine
 Trilingual World Observatory: italiano, english, română. GLOBAL NEWS & more... di Redazione
   
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
By Admin (from 15/12/2010 @ 14:00:07, in en - Science and Society, read 2556 times)

By Julian Assange on Sunday, August 1st, 2010

Behind the ostensible government sits enthroned an invisible government owing no allegiance and acknowledging no responsibility to the people. To destroy this invisible government, to befoul this unholy alliance between corrupt business and corrupt politics is the first task of statesmanship.
(President Theodore Roosevelt)

While you here do snoring lie, Open-eyed conspiracy His time doth take.
(The Tempest; Ariel at II, i)

Introduction

To radically shift regime behavior we must think clearly and boldly for if we have learned anything, it is that regimes do not want to be changed. We must think beyond those who have gone before us, and discover technological changes that embolden us with ways to act in which our forebears could not.

Firstly we must understand what aspect of government or neocorporatist behavior we wish to change or remove. Secondly we must develop a way of thinking about this behavior that is strong enough carry us through the mire of politically distorted language, and into a position of clarity. Finally must use these insights to inspire within us and others a course of ennobling, and effective action.

Authoritarian power is maintained by conspiracy

Conspiracy, Conspire: make secret plans jointly to commit a harmful act; working together to bring about a particular result, typically to someone’s detriment. ORIGIN late Middle English : from Old French conspirer, from Latin conspirare agree, plot, from con- together with spirare breathe.

The best party is but a kind of conspiracy against the rest of the nation.
(Lord Halifax)

Where details are known as to the inner workings of authoritarian regimes, we see conspiratorial interactions among the political elite not merely for preferment or favor within the regime but as the primary planning methodology behind maintaining or strengthening authoritarian power.

Authoritarian regimes give rise to forces which oppose them by pushing against the individual and collective will to freedom, truth and self realization. Plans which assist authoritarian rule, once discovered, induce resistance. Hence these plans are concealed by successful authoritarian powers. This is enough to define their behavior as conspiratorial.

Thus it happens in matters of state; for knowing afar off (which it is only given a prudent man to do) the evils that are brewing, they are easily cured. But when, for want of such knowledge, they are allowed to grow until everyone can recognize them, there is no longer any remedy to be found.
(The Prince, Niccolo Machiavelli [1469-1527])

Terrorist conspiracies as connected graphs

Pre and post 9/11 the Maryland Procurement Office (National Security Agency light cover for academic funding, google for grant code “MDA904”) and others have funded mathematicians to look at terrorist conspiracies as connected graphs (no mathematical background is needed to follow this article).

We extend this understanding of terrorist organizations and turn it on the likes of its creators where it becomes a knife to dissect the power conspiracies used to maintain authoritarian government.

We will use connected graphs as way to harness the spatial reasoning ability of the brain to think in a new way about political relationships. These graphs are easy to visualize. First take some nails (“conspirators”) and hammer them into a board at random. Then take twine (“communication”) and loop it from nail to nail without breaking. Call the twine connecting two nails a link. Unbroken twine means it is possible to travel from any nail to any other nail via twine and intermediary nails. Mathematicians say the this type of graph is connected.

Information flows from conspirator to conspirator. Not every conspirator trusts or knows every other conspirator even though all are connected. Some are on the fringe of the conspiracy, others are central and communicate with many conspirators and others still may know only two conspirators but be a bridge between important sections or groupings of the conspiracy.

Separating a conspiracy

If all links between conspirators are cut then there is no conspiracy. This is usually hard to do, so we ask our first question: What is the minimum number of links that must be cut to separate the conspiracy into two groups of equal number? (divide and conquer). The answer depends on the structure of the conspiracy. Sometimes there are no alternative paths for conspiratorial information to flow between conspirators, othertimes there are many. This is a useful and interesting characteristic of a conspiracy. For instance, by assassinating one “bridge” conspirator, it may be possible to split the conspiracy. But we want to say something about all conspiracies.

Some conspirators dance closer than others

Conspirators are discerning, some trust and depend each other, others say little. Important information flows frequently through some links, trivial information through others. So we expand our simple connected graph model to include not only links, but their “importance”.

Return to our board-and-nails analogy. Imagine a thick heavy cord between some nails and fine light thread between others. Call the importance, thickness or heaviness of a link its weight. Between conspirators that never communicate the weight is zero. The “importance” of communication passing through a link difficult to evaluate apriori, since it its true value depends on the outcome of the conspiracy. We simply say that the “importance” of communication contributes to the weight of a link in the most obvious way; the weight of a link is proportional to the amount of important communication flowing across it. Questions about conspiracies in general won’t require us to know the weight of any link, since that changes from conspiracy to conspiracy.

Conspiracies are cognitive devices. They are able to out think the same group of individuals acting alone

Conspiracies take information about the world in which they operate (the conspiratorial environment), pass it around the conspirators and then act on the result. We can see conspiracies as a type of device that has inputs (information about the environment) and outputs (actions intending to change or maintain the environment).

What does a conspiracy compute? It computes the next action of the conspiracy

Now I we ask the question: how effective is this device? Can we compare it to itself at different times? Is the conspiracy growing stronger or weakening? This is a question that asks us to compare two values.

Can we find a value that describes the power of a conspiracy?

We could count the number of conspirators, but that would not capture the difference between a conspiracy and the individuals which comprise it. How do they differ? Individuals in a conspiracy conspire. Isolated individuals do not. We can capture that difference by adding up all the important communication (weights) between the conspirators, we will call this the total conspiratorial power.

Total conspiratorial power

This number is an abstraction. The pattern of connections in a conspiracy is unusually unique. But by looking at this value which in indepndent of the arrangement of conspiratorial connections we can make some generalisations.

If total conspiratorial power is zero, there is no conspiracy

If total conspiratorial power is zero, there is no information flow between the conspirators and hence no conspiracy.

A substantial increase or decrease in total conspiratorial power almost always means what we expect it to mean; an increase or decrease in the ability of the conspiracy to think, act and adapt.

Separating weighted conspiracies

I now return to our earlier idea about cleaving a conspiracy into halves. Then we looked at dividing a conspiracy into two groups of equal numbers by cutting the links between conspirators. Now we see that a more interesting idea is to split the total conspiratorial power in half. Since any isolated half can be viewed as a conspiracy in its own right we can continue splitting indefinitely.

How can we reduce the ability of a conspiracy to act?

We can marginalise a conspiracy’s ability to act by decreasing total conspiratorial power until it is no longer able to understand, and hence respond effectively to, its environment.

We can split the conspiracy, reduce or eliminating important communication between a few high weight links or many low weight links.

Traditional attacks on conspiratorial power groupings, such as assassination, have cut high weight links by killing, kidnapping, blackmailing or otherwise marginalizing or isolating some of the conspirators they were connected to.

An authoritarian conspiracy that can not think efficiently, can not act to preserve itself against the opponents it induces

When we look at a conspiracy as an organic whole, we can see a system of interacting organs, a body with arteries and veins whos blood may be thickened and slowed till it falls, unable to sufficiently comprehend and control the forces in its environment.

Fonte: thecommentfactory.com

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 15/12/2010 @ 12:00:12, in ro - Stiinta si Societate, read 2143 times)

 Am scris in repetate rânduri, in paginile revistei noastre, despre spectrul tot mai amenintator al unei crize energetice, ce ar putea cuprinde planeta, atunci când resursele de combustibili fosili se vor epuiza (si se pare ca momentul acela nu este departe), dar si despre posibilele solutii pe care oamenii de stiinta cauta sa le dea acestei probleme presante. Se pare ca o veritabila campioana a biocombustibililor este planta numita Jatropha, privita deja de multi ca o veritabila „benzina a viitorului”.

Adusa in Europa de primii conchistadori spanioli, jatropha a fost folosita pâna nu demult doar ca leac pentru malarie sau constipatie, dar medicii avertizeaza asupra toxicitatii sale deosebite: doar trei seminte de planta, netratate, pot provoca moartea. Se pare insa ca ceea ce este letal pentru noi poate fi vital pentru masinile noastre... Aproape peste noapte, dispretuita jatropha a devenit o celebritate economica, dupa ce s-a descoperit ca ar putea constitui combustibilul ideal, intr-o lume macinata de goana dupa petrol si alarmata de efectele incalzirii globale.

Magnatii petrolului si-au gasit o noua pasiune: agricultura

 Rezistenta la seceta, neafectata de daunatori, planta produce seminte cu un continut de ulei de pâna la 40%. Acest ulei poate fi utilizat pe post de combustibil la o masina diesel standard, iar reziduurile pot fi de asemenea procesate, obtinându-se biomasa, pentru functionarea termocentralelor. Deja gigantul British Petroleum a anuntat derularea unei investitii de 32 milioane lire sterline, vizând producerea de combustibil din jatropha.

Lex Worrall, director executiv al Helius Energy, o alta companie britanica ce incurajeaza folosirea jatrophei drept combustibil alternativ precizeaza: „Fiecare hectar cultivat cu jatropha poate produce 2,7 tone de ulei si circa 4 tone biomasa. Deci 8000 hectare pot asigura functionarea unei termocentrale de aproape 2 megawati, suficiente pentru a oferi electricitate câtorva mii de locuinte.”

Jatropha creste in climate tropicale si subtropicale si, spre deosebire de alti „candidati” la titulatura de combustibil al viitorului, precum palmierul, rapita sau porumbul, se poate dezvolta pe orice fel de sol si in aproape orice fel de conditii meteo. Savantii spun ca planta poate creste chiar si in regiunile semidesertice, generând sol fertil si oprind astfel eroziunea si desertificarea. Un tufis de jatropha poate trai pâna la 50 de ani, producând ulei inca din al doilea an de viata. In plus, planta are uimitoarea capacitate de a rezista secetelor indelungate, reusind sa se dezvolte chiar si in cazul in care nu ploua luni in sir!

In India au fost deja identificate circa 11 milioane hectare de teren unde jatropha ar putea fi cultivata. Prima termocentrala pe baza de jatropha va fi deschisa in Elvetia, in 2010, urmând sa asigure nevoile de electricitate pentru mai multe orasele. Chinezii au intrat si ei in competitie, anuntând cultivarea unei plantatii de 80.000 de hectare de jatropha in provincia Sichuan.

Intre timp, marile companii petroliere din Europa, India si America de Nord cumpara vaste suprafete de pamânt din Africa (mai ales in zona semidesertificata a Sahelului), pentru a dezvolta acolo plantatii de jatropha. Logica nu-i greu de priceput: gigantii petrolieri ai planetei nu vor sa dea din mâna pâinea si cutitul resurselor energetice si par sa-si fi gasit in jatropha produsul ideal: un hectar cultivat cu planta-minune produce de patru ori mai mult combustibil decât unul cultivat cu soia si de zece ori mai mult decât unul pe care s-a plantat porumb.

GABRIEL TUDOR - Sursa: magazin.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Lungo le due valli che formano la Comunità Montana non può non essere notata la lussureggiante forza di una natura ancora incontaminata, a volte violenta nel contrasto dei suoi colori e nell'intensità dei profumi; risalendo le antiche vie Francigena e Romea, un tempo meta di pellegrini diretti verso la Lunigiana e verso Roma, si ha la sensazione di tornare indietro nel tempo, attraverso due valli simili, più ricca di testimonianze del passato la val d'Arda e più selvaggia la val Nure.

 

I Castelli di Vigoleno e Gropparello rappresentano due fiori all'occhiello di questo territorio, mentre dall'antica Pieve di Vernasca si possono scorgere i ricchi boschi del comune di Morfasso con il Parco provinciale del monte Moria e la violenza della roccia del monte Menegosa.

Numerosi sono i passi che conducono verso la val Nure dove il respiro sembra arrestarsi di fronte allo splendore della natura della val d'Aveto costellata di piccoli paesini incastonati nella roccia e sopravvissuti orgogliosamente nei secoli.

 

Il lago Nero, lago Bino, lago Moo, magnifici laghetti sulla vetta dei monti, meta preferita dagli amanti del trekking e dai cercatori di funghi, mentre discendendo verso Farini è possibile sostare nei centri turistici di Groppallo e Pianazze, arrivando sino a valle, dove Piazza Colombo di Bettola ricorda i vantati natali dello scopritore del nuovo mondo.

Fonte: viaggialitalia.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 15/12/2010 @ 08:00:59, in en - Video Alert, read 1489 times)

Reporter Mary May has been captured by the evil supervillain Ooze!...

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Julian Assange, pictured through the heavily tinted windows of a police vehicle

Wikileaks founder Julian Assange, pictured through the heavily tinted windows of a police vehicle as he arrives at Westminster magistrates court in London, on 14 December 2010. Photograph: Carl Court/AFP/Getty Images

5.44pm: Just to recap: Assange will remain in prison, at least until the appeal is heard. That seems to be the end of the excitement and confusion – for today at least. I'm off home. Thanks for all your comments.

5.36pm: Speaking again outside the court, Stephens says the Swedes will not abide by the umpire's decision. "They [the Swedish authorities] clearly will not spare any expense to keep Mr Assange in jail," he added.

"This is really turning in to a show trial. We will be in court in the next 48 hours, they haven't given us the courtesy to say when. It is an unfortunate state of affairs ... but given their history of persecuting of Mr Assange, it is perhaps not surprising."

Asked how Assange had taken the decision, Stephens said he was phlegmatic.

5.29pm: "I understand," Assange said, Sam Jones has tweeted.

5.28pm: The appeal will take place at the high court, BBC news reports.

5.26pm: Forget the last half an hour – the decision will be challenged by the Swedish authorities. There's going to be an appeal within 48 hours, Sam reports.

5.25pm: Assange is back in court, Sam Jones reports. "Stephens has passed his client a note. Discussion with QC, too," he tweets.

5.22pm: Sam Jones is tweeting from the court. You can read his updates here or on the right-hand side of the blog.

5.20pm: Confusion reigns outside the court. We had heard, via reporters briefed by Assange's lawyers, that the Swedish authorities would not appeal – but that is yet to be confirmed. "There's been confusion in the passing of messages to me," Stephens said.

They are all back in the court now. More Twitter court reporting to come?

5.15pm: Somewhere amid the confusion, Assange's mother, Christine, appeared outside the court and said she was "very very happy".

5.12pm: Stephens says the court will meet again at 5.15pm. At that point, the Swedish authorities will make it clear whether they will launch an appeal.

5.06pm: Stephens said it could take several days to raise the cash, but added: "Mr Assange believes in British justice, and he has been encouraged in that today."

4.59pm: More from Stephens about Assange's prospects of freedom:

 

Source: guardian.co.uk

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 14/12/2010 @ 14:00:57, in it - Scienze e Societa, read 2808 times)

(1 agosto 2010)

“Dietro l’apparente governo siede sul trono un invisibile governo che non possiede obbedienza e non conosce responsabilità verso il popolo. Distruggere questo invisibile governo, insudiciare questa empia alleanza fra aziende corrotte e politici corrotti è il primo compito dello statista.”
(il presidente Theodore Roosevelt)

“Mentre giaci qui russando,
La congiura ad occhi aperti ne approfitta.”
(La Tempesta; Ariel nel secondo atto)

INTRODUZIONE
Per cambiare radicalmente il comportamento del regime dobbiamo pensare chiaramente e arditamente perchè, se c’è una cosa che abbiamo imparato, è che i regimi non vogliono essere cambiati. Dobbiamo guardare oltre a quelli che sono venuti prima di noi, e scoprire cambiamenti tecnologici che ci incoraggiano con possibilità che i nostri antenati non avevano.

Per prima cosa dobbiamo capire quale aspetto del comportamento del governo o dei neocorporatisti vorremmo cambiare o rimuovere. Secondo, dobbiamo sviluppare un modo di pensare riguardante questo comportamento che sia forte abbastanza da portarci attraeverso le mire del linguaggio politicamente distorto, e in una posizione di chiarezza. Infine, dobbiamo utilizzare queste intuizioni per ispirare in noi e negli altri un percorso di azioni nobilitanti ed efficaci.

IL POTERE AUTORITARIO E’ MANTENUTO DALLA COSPIRAZIONE
Cospirazione, cospirare: fare piani segreti congiuntamente ad atti dannosi; lavorare assieme per realizzare un certo risultato, in genere a discapito di qualcuno. ORIGINE tardo Medio Inglese: dal Francese Antico: conspirer, dal Latino: Conspirare; concordare, tramare, comp. di CON = COM insieme e SPIRARE soffiare, respirare

“Il migliore è partito non è che una sorta di cospirazione contro il resto della nazione”. (Lord Halifax)

Dove i dettagli sono conosciuti, per quanto riguarda il funzionamento interno dei regimi autoritari, noi vediamo interazioni cospirative fra l’elite politica non semplicemente per promozioni o favori dentro al regime, ma come principale metodologia di pianificazione per il mantenimento o il rafforzamento del potere autoritario.

I regimi autoritari danno luogo a forze che li oppongono mettendoli contro la volontà di libertà individuale e collettiva, contro la verità e contro l’autorealizzazione. I piani che assistono il governo autoritario, una volta scoperti, inducono alla resistenza. Perciò questi piani restano nascosti nei poteri autoritari coronati da successo. Questo è sufficiente per definire il loro comportamento come cospiratorio.

“Così interviene nelle cose di stato, perché conoscendo discosto (il che non è dato se non a uno prudente) e’ mali che nascono in quello, si guariscono presto; ma quando per non li avere conosciuti si lasciono crescere in modo che ognuno li conosce, non vi è più remedio.”
(Il Principe, Niccolo Machiavelli [1469-1527])

COSPIRAZIONI TERRORISTICHE COME GRAFI CONNESSI
Prima e dopo l’11 settembre il Maryland Procurement Office (chiara copertura della National Security Agency per finanziamenti accademici, cercate in google il codice di concessione “MDA904”) e altri hanno finanziato i matematici per visualizzare le cospirazioni terroristiche come grafi connessi (non sono necessarie basi matematiche per proseguire con la lettura).

Estendiamo questa comprensione delle organizzazioni terroristiche calibrandola sui suoi creatori, dove diventa un coltello per la dissezione delle cospirazioni del potere usate per mantenere i governi autoritari.

Useremo i grafi connessi come un modo per imbrigliare la capacità di ragionamento spaziale del cervello per pensare in modo nuovo alle relazioni politiche. Questi grafi sono facili da visualizzare. Prima di tutto prendiamo alcuni chiodi (“cospiratori”) e martelliamoli a caso su una lavagna. Poi prendiamo dello spago (“comunicazione”) e facciamolo passare di chiodo in chiodo senza interruzioni. Chiamiamo lo spago che unisce due chiodi “collegamento”. Se lo spago non viene mai spezzato significa che è possibile passare da un chiodo qualsiasi a un altro attraverso lo spago diretto o passando per altri chiodi. I matematici chiamano questo tipo di grafo “connesso”.

L’informazione scorre da cospiratore a cospiratore. Non tutti i cospiratori si fidano o conoscono ogni altro cospiratore, anche se sono tutti connessi. Alcuni sono ai margini della cospirazione, altri sono centrali e comunicano con molti cospiratori, e altri ancora potrebbero conoscere solo due cospiratori, ma essere un ponte fra importanti sezioni o gruppi di cospirazione.

SEPARARE UNA COSPIRAZIONE
Se tutti i collegamenti fra i cospiratori venissero tagliati, non ci sarebbe cospirazione. In genere questa è una cosa difficile da fare, così ci facciamo la prima domanda: Qual è il numero minimo di collegamenti che devono venir tagliati per separare la cospirazione in due gruppi uguali numericamente? (divide et impera). La risposta dipende dalla struttura della cospirazione. A volte non ci sono percorsi alternativi per far passare le informazioni fra i cospiratori, altre volte ce ne sono molti. Questa è una caratteristica utile e interessante delle cospirazioni. Per esempio, assassinando il cospiratore “ponte”, potrebbe essere possibile dividere la cospirazione. Ma vogliamo dire qualcos’altro su tutte le cospirazioni.

ALCUNI COSPIRATORI BALLANO PIU’ VICINI DEGLI ALTRI
I cospiratori sono esigenti, alcuni si fidano e dipendono l’uno dall’altro, altri dicono poco. Le informazioni importanti scorrono frequentemente attraverso alcuni collegamenti, informazioni banali scorrono attraverso altri canali. Così espandiamo il nostro semplice modello di grafo connesso per includere non solo i collegamenti, ma la loro “importanza”.
Ritorniamo alla nostra lavagna con i chiodi. Immaginiamo una corda più spessa per collegare alcuni chiodi e una più sottile per collegare gli altri. Chiamiamo l’importanza, spessore o pesantezza di un link, il suo peso. Fra i cospiratori che non hanno mai comunicato, il peso è zero. L’”importanza” di una comunicazione che passa attraverso un collegamento è difficile da valutare a priori, poiché il suo valore reale dipende dal successo della cospirazione. Diciamo semplicemente che l’”importanza” della comunicazione contribuisce al peso di un collegamento nel più ovvio dei modi: il peso di un collegamento è proporzionale alla quantità di comunicazioni importanti che ci passano in mezzo. Le domande sulle cospirazioni in generale non richiedono la conoscenza del peso di ogni collegamento, poiché questo cambia da cospirazione a cospirazione.

Le cospirazioni sono dispositivi cognitivi. Sono capaci di pensare al di fuori dello stesso gruppo di individui agendo da sole.
Le cospirazioni si informano sul mondo nel quale operano (l’ambiente cospirativo), passano attorno ai cospiratori e poi agiscono sul risultato. Possiamo vedere le cospirazioni come una sorta di dispositivo che ha degli input (informazioni sull’ambiente) e degli output (azioni intese a cambiare o mantenere l’ambiente).

Che cosa elabora una cospirazione? Elabora la prossima azione della cospirazione.
Ora vi faccio una domanda: quanto efficiente è questo dispositivo? Possiamo compararlo a se stesso in tempi diversi? La cospirazione sta diventando più forte o più debole? Questa è una domanda che ci chiede di confrontare due valori.

Possiamo trovare un valore che descrive il potere di una cospirazione?
Potremmo contare il numero dei cospiratori, ma questo non coglierebbe la differenza fra una cospirazione e gli individui che la includono. Come differiscono? Gli individui in una cospirazione cospirano. Individui isolati no. Possiamo catturare la differenza sommando tutte le comunicazioni importanti (pesi) fra i cospiratori, e chiameremo questo il potere cospirativo totale.

Potere cospirativo totale
Questo numero è un’astrazione. Lo schema di connessioni in una cospirazione è insolitamente unico. Ma analizzando questo valore che è indipendente dalla disposizione delle connessioni cospirative possiamo fare qualche generalizzazione.

Se il potere cospirativo totale è zero, non c’è cospirazione.
Se il potere cospirativo totale è zero, non cìè flusso di informazioni fra i cospiratori, pertanto non c’è cospirazione.
Un sostanziale aumento o decremento del potere cospirativo totale quasi sempre significa quello che ci aspettiamo: un aumento o decremento della capacità della cospirazione di pensare, agire e modificare.

Separare cospirazioni pesate
Ora ritorno alla nostra originaria idea sul dimezzare una cospirazione. Avevamo pensato di dividere una cospirazione in due gruppi uguali numericamente tagliando i collegamenti fra i cospiratori. Ora vediamo che un’idea più interessante consiste nel tagliare il potere cospirativo totale a metà. Poiché ogni metà isolata può essere vista come una cospirazione a sé stante, possiamo continuare a tagliare indefinitivamente.

Come possiamo ridurre la capacità di azione di una cospirazione?
Possiamo marginalizzare l’abilità di agire di una cospirazione diminuendo il potere cospirativo totale fino a quando non sarà più in grado di capire, e pertanto di rispondere efficacemente, al suo ambiente.

Possiamo dividere la cospirazione, ridurre o eliminare le comunicazioni importanti fra pochi che hanno collegamenti pesanti o fra tanti che hanno collegamenti più leggeri.
Gli attacchi tradizionali ai gruppi cospiratori del potere, come gli omicidi, hanno tagliato collegamenti pesanti, uccidendo, rapindo, ricattando o altrimenti marginalizzando o isolando alcuni dei cospiratori collegati.

Una cospirazione autoritaria che non può pensare efficacemente, non può agire per preservare se stessa contro gli oppositori che crea.
Quando guardiamo la cospirazione come un tutto organico, possiamo vedere un sistema di organi che interagiscono, un corpo con vene e arterie il cui sangue può venir addensato e rallentato fino a quando cade, incapace di includere e controllare le forze nel suo ambiente.

Fonte: thecommentfactory.com - wikileaksitalia.org

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 14/12/2010 @ 12:00:52, in ro - Stiinta si Societate, read 2133 times)

 Ascunsa in padure, fosta cariera de calcar din satul francez Loulle, a fost vizitata in iunie a.c. de o multime de geologi, paleontologi si alesi locali in timp ce pe cer evolua un mic elicopter radio-comandat având la bord un aparat foto. In acest loc au fost descoperite amprente de dinozauri saurieni, de mari dimensiuni.

Vestigii exceptionale care semnaleaza prezenta in Franta, in urma cu 155 milioane de ani, a unor erbivore uriase, inalte de câtiva metri, având o lungime de zeci de metri si o greutate de zeci de tone. La originea acestei descoperiri se afla un barbat, cu preocupari naturaliste, care facea jogging prin padure. La un moment dat, acesta a reperat pe solul vechii cariere de calcar, structuri ciudate, cu figuri ovale, unele lungi de peste 1 metru.

Specialistii care au venit la fata locului au recunoscut imediat amprentele acestor mastodonti „dotati” cu un gât lung, care le permitea sa devoreze frunzele aflate in vârful unui copac sau sa pasca ierburile de pe o apreciabila suprafata din prerie fara sa se deplaseze. Animale ale caror urme au fost descoperite in America de Nord, in statul Colorado, Utah sau in Europa, pe teritoriul Frantei si Elvetiei. Ce comportament aveau? Se deplasau in turme? Traiau si in alte parti ale Europei?

Situl din Loulle ar putea raspunde la aceste intrebari, apreciaza specialistii. Amprentele, al caror diametru oscileaza intre 20 de centimetri si 1,5 metri, sugereaza faptul ca atât indivizii tineri cât si cei maturi vietuiau in aceeasi zona. Au fost identificate pâna acum aproximativ 500 de amprente pe o suprafata relativ mica, dar numarul lor in intregul sit ar putea fi de peste 1500. Unele dintre ele sunt foarte apropiate, ceea ce inseamna ca era vorba de un loc de trecere. La nivelul planetei, in timpul erei mezozoice, in urma cu 65-250 milioane de ani, dinozaurii au fost stapânitorii planetei inainte de a disparea la sfârsitul cretacicului, in urma cu 65 milioane de ani.

Saurienii din Loulle au evoluat in Jurassic, in urma cu 160-145 milioane de ani. In acea vreme, supercontinentul unic era dislocat in doua parti: la nord, Laurasia, in care se afla actuala America de Nord, Europa si Asia, iar la sud, Gondwana, formata din Africa, America de Sud, Antarctica si Australia. Datorita acestei configuratii, turmele de dinozauri care au vietuit in Utah si Colorado s-au putut aventura pâna in Europa.

In urma reconstituirilor paleogeografice, odata ajunse aici, giganticele reptile ar fi plonjat in apa. Toate hartile indica faptul ca timp de milioane de ani, de-a lungul Jurassic-ului, aceasta regiune era total scufundata in ape. O viziune ce urmeaza a fi reconsiderata intrucât are numeroase puncte nevralgice. Acum, datorita amprentelor din Loulle, teoria ar putea fi supervizata sau nu.

Cercetatorii preocupati sa compare urmele din Loulle cu cele repertoriate in alte regiuni din Europa si America, sunt curiosi sa afle, deopotriva, daca etapa elvetiana a fost anterioara sau nu celei franceze.

Autor: DORIN MARAN

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 14/12/2010 @ 10:00:23, in it - Scienze e Societa, read 2261 times)

In un vocabolo è racchiuso il carattere enologico e il nome stesso di un vino dal color giallo paglierino chiaro, con riflessi verdognoli, di odore leggermente fruttato, di sapore asciutto, fresco, delicatamente amarognolo. Ma non solo! Soave è anche un territorio nobile e discreto, come l'oro leggero prodotto dalle sue vigne, ripartite tra la "zona classica" e la "zona allargata".

 

Soave è la cittadina dalle antiche e nobili origini. Soave è la parola che ci riporta alla mente il popolo nordico della lontana Suavia, l'attuale Svezia, che scese in Italia al seguito di Alboino. Soave vino, Soave paese, due essenze che, l'una senza l'altra, perderebbero ragione di essere.

 

Ecco una fratellanza sana e genuina che solo mani innamorate e tenaci hanno saputo valorizzare. Come non restare ammaliati dal verde che acquerella le colline dai rigogliosi pergolati di viti, o dal bianco che colora le pietre merlate dello stupendo maniero scaligero? Il vero segreto di questo suggestivo paesaggio sta nell'uomo, che ha saputo distillare l'anima di questa terra, posta nella parte più orientale del ridente arco collinare che si leva dalla piana suavese

Anche qui, in un mare di vigne, il vitreo e trasparente acino, ancor prima di sublimarsi in vino, regala momenti di laboriosità contadina, di tradizione, di sapere colturale e culturale millenario. La tenacia dei viticoltori, in sinergia con la valente opera di tecnici specializzati, ha fatto emergere le migliori caratteristiche del Soave.

Fonte: viaggialitalia.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 14/12/2010 @ 08:00:31, in en - Video Alert, read 1538 times)

Tom the Dancing Bug:

Source: lost.co.nz/

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 13/12/2010 @ 22:00:34, in en - Global Observatory, read 2633 times)
The Icelandic Parliamentary General Committee met yesterday to discuss the ban that Visa and Mastercard placed on donations to WikiLeaks, reports The Reykjavik Grapevine. In attendance were representatives of Icelandic electronic payment companies Valitor and Borgun, which work with Visa and Mastercard, The Consumers' Alliance, Amnesty International, and WikiLeaks spokesman Kristinn Hrafnsson, who joined via video link.

Róbert Marshall, the chairman of the committee, said that "People wanted to know on what legal grounds the ban was taken, but no one could answer it. They said this decision was taken by foreign sources." The committee has asked for more information from the companies, to prove that there were legal grounds for such a ban. Marshall added that it was the committee's opinion that Visa and Mastercard's operating licenses be "seriously reviewed," reports The Reykjavik Grapevine.

Datacell, the company handling credit card donations for WikiLeaks, has already declared that it would file legal action against Visa and Mastercard.

PostFinance, the banking arm of the Swiss Post, found itself under investigation as well for potentially breaching secrecy laws by publicly disclosing that it has closed Julian Assange's bank account, reports AFP. "We are investigating if, in relation to the Postfinance press statement, there has been punishable action," Hermann Wenger, examining magistrate of the Bern-Mittelland region, told Sonntags Zeitung.

As previously reported, the Wau Holland Foundation also initiated legal action against PayPal, resulting in PayPal agreeing to release the blocked funds. In an interview with Der Spiegel today, Hendrick Fulda, a board member of the foundation, said that "Every new publication by WikiLeaks has unleashed a wave of support, and donations were never as strong as now. More than €80,000 was contributed in one week via PayPal alone. We will have to see what impact the removal of PayPal has on our incoming funds."

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 395 persone collegate

< settembre 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Titolo
en - Global Observatory (605)
en - Science and Society (594)
en - Video Alert (346)
it - Osservatorio Globale (503)
it - Scienze e Societa (555)
it - Video Alerta (132)
ro - Observator Global (399)
ro - Stiinta si Societate (467)
ro - TV Network (143)
z - Games Giochi Jocuri (68)

Catalogati per mese - Filed by month - Arhivate pe luni:

Gli interventi piů cliccati

Ultimi commenti - Last comments - Ultimele comentarii:
Now Colorado is one love, I'm already packing suitcases;)
14/01/2018 @ 16:07:36
By Napasechnik
Nice read, I just passed this onto a friend who was doing some research on that. And he just bought me lunch since I found it for him smile So let me rephrase that Thank you for lunch! Whenever you ha...
21/11/2016 @ 09:41:39
By Anonimo
I am not sure where you are getting your info, but great topic. I needs to spend some time learning much more or understanding more. Thanks for fantastic information I was looking for this info for my...
21/11/2016 @ 09:40:41
By Anonimo


Titolo





28/09/2021 @ 12:15:53
script eseguito in 815 ms