Immagine
 Trilingual World Observatory: italiano, english, română. GLOBAL NEWS & more... di Redazione
   
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 

Sognatori, mettetevi l’anima in pace. Scettici, forse avete ragione voi. Timorosi, non c’è nulla di cui aver paura. Gli alieni non esistono, parola di Casa Bianca. Non c’è alcuna prova a favore dell’esistenza di vita extraterrestre e “ nulla che faccia pensare a un tentativo da parte del Governo statunitense di nascondere informazioni all’opinione pubblica”, scrive Phil Larson, della White House Office of Science and Technology Policy, in una nota pubblicata sulla pagina web della casa più famosa del mondo.

In un momento così delicato per gli equilibri politici ed economici del pianeta, ci si domanda perché mai l’amministrazione Obama abbia deciso di rilasciare una dichiarazione per rassicurare gli americani non sull’occupazione, il lavoro o la sanità bensì sulla presunta minaccia extraterrestre. Beh, diciamo che è stata costretta: da settembre, infatti, sul sito della residenza ufficiale del Presidente degli Stati Uniti esiste una sezione chiamata We the People creata per dare voce agli elettori. Ogni cittadino americano può pubblicare un petizione cui i politici sono costretti a rispondere nel caso raccolga un numero sufficiente di firme.

Ebbene, come leggiamo sul Washington Post, più di 5mila persone hanno firmato una petizione per chiedere alla Casa Bianca di rivelare tutto ciò che il Governo sa sugli extraterrestri. Inoltre, più di 12mila elettori hanno inoltrato una seconda richiesta reclamando tutta la verità sul reclutamento di esseri umani da parte degli alieni. La risposta è stata secca: non c’è alcuna evidenza a favore dell’esistenza di vita al di fuori del nostro pianeta, del tentativo da parte di alieni di contattare o reclutare membri della razza umana, di un disegno politico mirato a nascondere la verità alle persone.

Non per questo, tuttavia, gli sforzi per cercare gli extraterrestri si interrompono. Gli Stati Uniti continuano a monitorare lo Spazio alla ricerca di vita aliena impegnando fondi ed energie: prendiamo il Search for Extraterrestrial Intelligence (Seti), che utilizza telescopi terrestri per cercare di captare messaggi da altri mondi; o il satellite Nasa Kepler, che orbita intorno alla Terra alla ricerca di pianeti con condizioni tali da permettere la vita; o infine il Mars Science Laboratory, un veicolo simile a un’automobile creato dalla Nasa per esplorare il suolo marziano alla ricerca di molecole biologiche.

Se i più paurosi si saranno sentiti sollevati dalle dichiarazione della Casa Bianca, i fan di Et sono delusi e un po’ arrabbiati. Dove sono finiti, si chiedono, i documenti governativi in cui si racconta degli incontri tra militari e piloti di linea con Ufo? Le domande a cui rispondere sono ancora così tante che si parla di nuove petizioni. Steven Bassett, il primo firmatario della petizione da 5mila firme, ha annunciato sul sito del suo Paradigm Research Group che ha intenzione di inoltrare alla White House una nuova richiesta. “ La risposta che abbiamo ricevuto è inaccettabile.

Abbiamo bisogno di maggiori spiegazioni. Ecco perchè il Paradigm Research Group si farà promotore di una nuova petizione per chiedere al governo di rivelare tutto quel che sa sugli alieni ”, ha scritto Bassett.

La Casa Bianca, dal canto suo, non si scompone. “ Non c’è motivo per cui qualcuno non possa sottoscrivere una seconda petizione -  ha riferito all’ Huffington Post Matt Lehrich, il portavoce della Casa Bianca – se raccoglierà il numero di firme stabilito, allora avrà una risposta. Certo, se la domanda è sempre la stessa, lo sarà anche la risposta”. Il Governo tiene tutto sotto controllo, anche se bisogna dire che ha alzato la soglia di firme necessarie per considerare una petizione valida: dalle 5mila di inizio settembre alle 25mila attuali. Si sarà stancata di rispondere a domande scomode? Non è la prima volta, infatti, che la Casa Bianca si trova in impaccio: solo per fare alcuni esempi, oltre 100 mila persone hanno già chiesto la legalizzazione della marjuana e molti pressano per la legalizzazione dei matrimoni gay.

Fonte: daily.wired.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 30/01/2012 @ 08:01:28, in ro - Observator Global, read 859 times)

Odorizantele de camera au un miros placut, dar pot cauza probleme serioase, afirma autorii unui nou studiu prezentat în cadrul Colegiului American pentru Alergii, Astm si Imunologie. Produsele pentru parfumarea camerei contin adesea compusi organici volatili (COV), care includ substante chimice precum formaldehida, derivati de petrol, limonen, esteri si alcool.

Odorizantele de cameră pot fi periculoase pentru sănătate

Expunerea la COV, chiar si la un nivel acceptat ca fiind sigur pentru sanatate, poate creste riscul aparitiei astmului bronsic la copii si produce iritarea ochilor si a tractului respirator, dureri de cap si ameteli.

Din acest motiv, specialistii spun ca problema odorizantelor de camera este mai grava decât ne imaginam. Aproximativ 20% din populatie si 34% dintre persoanele care sufera de astm bronsic au probleme de sanatate din cauza acestor parfumuri, care au tendinta de a declansa unele alergii sau de a le înrautati pe cele existente.

Chiar si în ceea ce priveste odorizantele compuse din produse "naturale", specialistii spun ca nici acestea nu sunt inofensive, având în vedere ca sunt destul de puternice pentru a putea acoperi mirosurile neplacute.

Din acest motiv, doctorii recomanda sa renuntam la odorizantele de camera si sa recurgem la metoda traditionala de îndepartare a mirosurilor neplacute, si anume la aerisirea prin deschiderea geamului.

Sursa: TIME - Healthland & descopera.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

FOR IMMEDIATE RELEASE:

On February 6th 2012, The Zeitgeist Movement Israel will host a Global Awareness Event in Tel Aviv, Israel in the context of Human Sustainability and World Peace.

On the heels of what appears to be an accelerating intent for military intervention in Iran from the United States and it allies, along with the world's major powers rapidly increasing armament developments in the midst of growing social destabilization, resource depletion and economic breakdown, The Zeitgeist Movement, a worldwide sustainability advocacy group working without borders or countries will be conducting a conference on the increasingly important issues of global cooperation and the means to obtain peace and human prosperity for the long term.

A feature of the event will be a lecture conducted by Peter Joseph, founder of The Zeitgeist Movement, entitled "Defining Peace". This talk will examine the historical roots of war; its technical irrelevancy; the State's historical psychological coercion of mass appeal; the inherent exclusive benefits to the upper class and denigration of the lower class; the broad inefficiency of the State itself as a diversionary/business entity and its inherent conflict propensity; along with how the only way of achieving lasting human peace is through the dissolving of the Market System catalysts, the Ownership Class and the State entity itself.

This now sold out event will be streamed live online for free via Ustream:
www.ustream.tv/channel/peter-joseph-live-on-z-fest-2012-tel-aviv-israel#events

Event Website:
www.izm.org.il/

About:
The Zeitgeist Movement is a global sustainability activist group working to bring the world together for the common goal of species sustainability before it is too late. It is a social movement, not a political one, with over 1100 chapters across nearly all countries. Divisive notions such as nations, governments, races, political parties, religions, creeds or class are non-operational distinctions in the view of The Movement. Rather, we recognize the world as one system and the human species as a singular unit, sharing a common habitat. Our overarching intent could be summarized as “the application of the scientific method for social concern.”

To learn more about our work, please visit www.thezeitgeistmovement.com

 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

“This is a novel application of existing materials, and has potential for rapid, high-volume manufacturing processes or packaging applications,” says Dr. Michael Dickey, an assistant professor of chemical and biomolecular engineering at NC State and co-author of a paper describing the research.

The process is remarkably simple. Researchers take a pre-stressed plastic sheet and run it through a conventional inkjet printer to print bold black lines on the material. The material is then cut into a desired pattern and placed under an infrared light, such as a heat lamp.

The bold black lines absorb more energy than the rest of the material, causing the plastic to contract – creating a hinge that folds the sheets into 3-D shapes. This technique can be used to create a variety of objects, such as cubes or pyramids, without ever having to physically touch the material. The technique is compatible with commercial printing techniques, such as screen printing, roll-to-roll printing, and inkjet printing, that are inexpensive and high-throughput but inherently 2-D.

By varying the width of the black lines, or hinges, researchers are able to change how far each hinge folds. For example, they can create a hinge that folds 90 degrees for a cube, or a hinge that folds 120 degrees for a pyramid. The wider the hinge, the further it folds. Wider hinges also fold faster, because there is more surface area to absorb energy.

“You can also pattern the lines on either side of the material,” Dickey says, “which causes the hinges to fold in different directions. This allows you to create more complex structures.”

The researchers developed a computer-based model to explain how the process works. There were two key findings. First, the surface temperature of the hinge must exceed the glass transition temperature of the material, which is the point at which the material begins to soften. Second, the heat has to be localized to the hinge in order to have fast and effective folding. If all of the material is heated to the glass transition temperature, no folding will occur.

“This finding stems from work we were doing on shape memory polymers, in part to satisfy our own curiosity. As it turns out, it works incredibly well,” Dickey says.

Source: North Carolina State University

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Sono cinque milioni i twit passati al setaccio ogni giorno in un palazzo dell’ intelligence americana, in un luogo senza coordinate (note) della Virginia. Insieme ci sono anche i post pubblicati su Facebook, i titoli dei giornali e tutto quello che circola liberamente sul Web, spulciati dai “bibliotecari della vendetta”, come sono stati soprannominati gli addetti dell’ Open Source Center della Cia. Lo scopo? Scoprire che tempo fa in terra straniera, sondare gli umori, e magari cercare di intercettare in anticipo malcontenti e rivoluzioni, dopo quelli che hanno scosso il mondo arabo. A svelare le attività di veggenti dell’intelligence americana attraverso i social media è Associated Press, che è entrata nell’Open Source Center e secondo la quale nella palla di vetro della Cia ci sarebbero paesi come la Cina, il Pakistan e l’ Egitto.

“Dall’arabico al mandarino, da un twit arrabbiato a un blog riflessivo, gli analisti reperiscono informazioni, spesso nella loro lingua nativa”,  spiega Ap: “Poi (gli analisti, ndr) li confrontano con i giornali locali o con una conversazione al telefono intercettata clandestinamente. A partire da questo poi costruiscono un’istantanea voluta dai più alti livelli della Casa Bianca, dando per esempio un’occhiata in tempo reale all’umore di una regione subito dopo l’attacco dei Navy Seals che ha ucciso Osama bin Laden o forse elaborando una previsione di quale paese del Medio Oriente è sul punto di scoppiare in rivolta”.

Nata come misura antiterrorismo post 11 settembre, l’ Open Source Center si dedica al mondo dei social media soprattutto dallo scoppio della Rivoluzione Verde in Iran nel 2009 (dopo l’elezione di Mahmoud Ahmadinejad) . Gli uffici del centro si trovano in Virginia, in un luogo protetto dal segreto (in un “anonima zona industriale”), ma vanta sicuramente diverse filiali sparse nel mondo, nelle ambasciate statunitensi, in modo da trovarsi più vicino ai luoghi tenuti sott’occhio. A lavorarci hacker alla Lisbeth Salander (la protagonista della saga Millennium di Stieg Larsson) possibilmente multilingue, “che sanno come trovare cose che altre persone non sanno neanche esistere”, spiega  Doug Naquin, direttore del centro di intelligence.

Un esempio dell’attività dell’Open Source Center è quella che ha seguito l’uccisione di Bin Laden a maggio, in Pakistan. Registrando l’origine linguistica dei twit (non limitandosi quindi a mapparne l’origine geografica) l’Open Source Center ha osservato che la maggior parte dei cinguettii lasciati sul Web erano in urdu (dal Pakistan) e cinese. L’ umore degli utenti? Per lo più negativo, come forse c’era da attendersi. Infatti il raid, visto da Twitter, è stato percepito come una sorta di affronto alla sovranità del Pakistan.

Fonte: daily.wired.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Acesta utilizeaza un senzor de distanta si imagine dezvoltat de Microsoft pentru Kinect (un dispozitiv periferic, care le permite utilizatorilor sa se foloseasca de consola Xbox 360 fara ajutorul unui controller fizic, ci doar folosind gesturi ale corpului si comenzi vocale).

Robo-câinele, cel mai bun prieten al nevăzătorilor (VIDEO)

Pe suprafete plate, robotul se deplaseaza rapid cu ajutorul unor roti, iar pe teren accidentat acesta poate pasi, având membre articulate. De aseamenea, "labele" câinelui robot sunt dotate cu senzori, asemanatori celor de parcare, pentru a evita obstacolele.

Câinele functioneaza prin pre-programarea software-ului dar si prin apasarea pe mânere. În plus, acesta raspunde la instructiunile utilizatorului, iar o voce computerizata îl anunta pe acesta în ce directie merge. Specialistii spun ca versiunea urmatoare a câinelui robot va include comanda vocala si GPS pentru o mai buna acuratete a comenzilor.

Aparatul este înca în stadiul de cercetare si dezvoltare, dar producatorii spun ca el are potentialul de a înlocui în viitorul apropiat câinii însotitori ai nevazatorilor, mai ales în contextul în care populatia globala îmbatrâneste într-un ritm alert.

Sursa: Daily Mail & descopera.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Luc Douay, of Pierre and Marie Curie University, Paris, extracted hematopoietic stem cells from a volunteer's bone marrow, and encouraged these cells to grow into red blood cells with a cocktail of growth factors. Douay's team labeled these cultured cells for tracing, and injected 10 billion of them (equalling 2 milliliters of blood) back into the marrow donor's body.

After five days, 94 to 100 percent of the blood cells remained circulating in the body. After 26 days, 41 to 63 percent remained, which is a normal survival rate for naturally produced blood cells. The cells functioned just like normal blood cells, effectively carrying oxygen around the body. "He showed that these cells do not have two tails or three horns and survive normally in the body," said Anna Rita Migliaccio of Mount Sinai Medical Center in New York.
This is great news for international health care. "The results show promise that an unlimited blood reserve is within reach," says Douay. The world is in dire need of a blood reserve, even with the rising donor numbers in the developed world. This need is even higher in parts of the world with high HIV infection rates, which have even lower reserves of donor-worthy blood.

Other attempts to synthesize blood have focused on creating an artificial blood substitute, rather than growing natural blood with artificial means. For example, Chris Cooper of the University of Essex in Colchester, UK, is working on a hemoglobin-based blood substitute that is less toxic than the protein in its unbound state. Artificial blood substitutes present a solution for transfusions after natural disasters and in remote areas. The artificial substitutes do not require refrigeration, unlike fresh and stem cell-grown blood.

The stem cell method has its own pros, though. "The advantage of stem cell technology is that the product will much more closely resemble a red cell transfusion, alleviating some of the safety concerns that continue around the use of the current generations of artificial products," says Cooper.
While Douay's results, published in the medical journal Blood, are a major step forward, mass-produced artificial blood is still a long way away. A patient in need of a blood transfusion would require 200 times the 10 billion cells that Douay and his colleagues used in the test. Robert Lanza, one of the first people to grow red blood cells in a lab on a large scale, suggests using embryonic stem cells, which could generate 10 times the amount grown by Douay.

Source: Popular Science

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Mentre in Europa le cellule staminali sono al centro di un dibattito soprattutto politico, negli Stati Uniti la ricerca va avanti con successo. Gli ultimi, promettenti risultati arrivano da uno studio condotto da un gruppo di ricerca coordinato da Lorenz Studer del Memorial Sloan-Kettering Cancer Centre di New York, che ha trovato un nuovo, efficace metodo per trasformare cellule staminali embrionali umane in neuroni dopaminergici, cioè produttori del neurotrasmettitore dopamina. Le cellule nervose così ottenute sono state utilizzate per curare topi, ratti e scimmie affette da Parkinson con ottimi risultati.

Il Parkinson è una malattia neurodegenerativa che causa la morte dei neuroni produttori di dopamina localizzati nella sostanza nera, un’area cerebrale che controlla il movimento. I sintomi sono tremori, rigidità muscolare, lentezza di movimento ma anche stanchezza, dolore e depressione. Le terapie umane per la cura della malattia consistono nella somministrazione di farmaci che promuovono il rilascio di dopamina o nella stimolazione delle aree cerebrali interessate dalla perdita dei neuroni dopaminergici. Ma nessuna sperimentazione con cellule staminali è stata mai avviata. In effetti, nonostante i ricercatori già sapessero come trasformare cellule staminali pluripotenti in neuroni dopaminergici, lo loro limitata vitalità, la scarsa funzionalità e la tendenza a proliferare in modo incontrollato dando origine a tumori ne hanno sempre impedito la sperimentazione in trial clinici su pazienti umani.

Finalmente arriva ora un risultato che fa sperare. Come spiegato nello studio pubblicato su Nature, esponendo per 25 giorni cellule embrionali umane all’azione di una cascata di segnali proteici, i ricercatori sono riusciti a ottenere neuroni dopaminergici vitali per diversi mesi. La funzionalità di queste cellule nervose è stata quindi testata in tre specie animali affette da Parkinson: ratti, topi e scimmie. I risultati sono stati sorprendenti. In tutti gli animali i neuroni dopaminergici iniettati hanno ristabilito le connessioni nervose interrotte a causa della malattia restaurando in parte le capacità di movimento. Il tutto, cosa più importante, senza causare alcuna crescita tumorale. I risultati sulle scimmie sono ancora più preziosi di quelli ottenuti con i roditori, dal momento che le prime hanno bisogno di un maggior numero di connessioni per ristabilire le funzionalità motorie perse.

La scoperta, secondo i ricercatori, dimostra che i fallimenti passati non erano legati alla vulnerabilità delle cellule nervose ottenute da staminali, ma piuttosto a un’ incompleta differenziazione cellulare. “ Sino a oggi non avevamo mai compreso in pieno i segnali necessari per indurre una cellula staminale a differenziarsi completamente nel giusto tipo cellulare – confessa Lorenz Studer al Guardian – ora sappiamo come fare, un prezioso passo in avanti per il futuro utilizzo di queste cellule a scopi terapeutici”.

“Le cellule create in passato producevano un po’ di dopamina ma non erano esattamente il giusto tipo cellulare di cui avevamo bisogno - continua Studer -  ecco perché il loro impiego ha portato a scarsi progressi negli studi su modelli animali”.

Secondo Kieran Breen, direttore di ricerca del Parkinson's UK: “ Le cellule staminali sono una promessa per la cura del Parkinson. Tuttavia, prima di poterle utilizzare abbiamo bisogno di sapere che, una volta introdotte nel cervello, lavorino bene”. Lo studio dell’equipe di Studer sembra fornire qualche rassicurazione a riguardo. Anche la Breen lo riconosce: “ Nello studio, i ricercatori hanno usato una procedura diversa per indurre la differenziazione delle cellule staminali in neuroni e questa volta le cellule nervose hanno lavorato bene, non hanno generato tumori e hanno eliminato alcuni sintomi del Parkinson nelle scimmie malate”. “ Le terapie basate sulle cellule staminali possono ancora essere lontane – conclude la ricercatrice – ma questo studio dimostra per la prima volta che è possibile ottenere neuroni funzionanti a partire da cellule staminali umane”.

“I risultati dell’equipe di Studer pongono una sfida all’Europa riguardo alla legislazione futura e alla competitività in questo campo”, ha affermato Elena Cattaneo riferendosi ai limiti imposti alla ricerca sulle cellule embrionali umane, e alla recente sentenza della Corte di Giustizia europea che ha vietato la brevettabilità delle invenzioni da esse derivanti. Cattaneo è direttore del Centro di Ricerca sulle Cellule Staminali dell’Università di Milano e anche coordinatrice del progetto Eurostemcell, che ha cofinanziato lo studio apparso su Nature.

Fonte: daily.wired.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 28/01/2012 @ 08:08:11, in ro - Observator Global, read 891 times)

Inginerul Scott Amron din New York a pus în practica o idee care va schimba modul în care etichetam fructele.

Desi multi dintre noi nu dam importanta abtibildurilor lipite pe fructe, Amron a creat Fruitwash Label, o eticheta speciala care, dupa cum spune si numele, se dizolva la contactul cu apa, devenind un sapun ecologic care ajuta la îndepartarea pesticidelor si a altor impuritati de pe coaja fructului.

2 în 1: o etichetă specială serveşte şi la curăţarea fructelor

"Întotdeauna am fost nemultumit de etichetele fructelor si mereu am simtit ca ele pot fi mai folositoare. Oamenii cumpara fructe, le spala si le manânca. Deci tot ceea ce lipsea era ca eticheta sa ajute la spalarea fructelor", a spus Amron.

Ingredientele, pe care inventatorul prefera sa le tina secrete, sunt concepute pentru a rezista mai mult decât fructul în sine. Noua inventie îi scuteste pe consumatori de înlaturarea abtibildurilor obisnuite (care, de multe ori, sunt greu de dezlipit de pe fruct) si ajuta, totodata, la curatarea produsului.

Sursa: gizmag & descopera.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 27/01/2012 @ 14:07:21, in ro - Observator Global, read 825 times)

Cercetatorii de la Universitatea Clemson, SUA, au descoperit un fenomen neasteptat asociat cu tensiunea arteriala marita: persoanele care sufera de hipertensiune au o capacitate redusa de a recunoaste la ceilalti emotii precum furia, teama sau bucuria.

Hipertensivii nu descifrează corect emoţiile altora

Astfel, citind un mesaj scris ori privind expresia faciala a cuiva si ascultându-i vorbale, e posibil ca persoana hipertensiva sa nu-si dea seama când e vorba despre ironie sau despre o mânie simulata, în gluma, si sa o interpreteze ca fiind vorba despre o insulta; sau sa ia drept umor o suparare reala a cuiva din anturajul sau.

Aceasta "amortire emotionala" le poate face pe respectivele persoane sa raspunda în mod necorespunzator la emotiile exprimate de cei din jur, ceea ce creeaza probleme de comunicare, dificultati în viata profesionala si în familie si stres psihosocial.

Se crede ca acest fenomen poate fi un factor de risc în bolile cardiovasculare si, de asemenea, ca poate fi implicat în aparitia unor tulburari legate de controlul emotiilor, precum depresia ori tulburarea bipolara.

Sursa: Top News & descopera.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

< giugno 2016 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Titolo
en - Global Observatory (605)
en - Science and Society (594)
en - Video Alert (346)
it - Osservatorio Globale (503)
it - Scienze e Societa (555)
it - Video Alerta (132)
ro - Observator Global (399)
ro - Stiinta si Societate (467)
ro - TV Network (149)
z - Games Giochi Jocuri (68)

Catalogati per mese - Filed by month - Arhivate pe luni:

Ultimi commenti - Last comments - Ultimele comentarii:
MY HUSBAND WAS CURED OF LIVER CANCER WITH CANNABIS OIL TREATMENT BY RICK SIMPSON:ricksimpsoncureoil@gmail.comMy name is Victoria Mugasin DAV from DUBLIN IRELAND and my husband was diagnosed of liver c...
05/05/2016 @ 10:09:53
By victoria
PLEASE just GROW UP! On your own. Do not take any chance with/of any possible scam... just for your money... CANNABIS REALLY CURES and TREATS CANCER, any University/medical study shows it's TRUE... Ju...
16/02/2016 @ 18:14:15
By Turismo Associati
Hello to you all, my name is Amanda Roger , i am from California here in united state, i wish to tell you all, how i find a Doctor that cure me from BREAST AND SKIN CANCER, which i had for over two ye...
20/11/2015 @ 05:25:41
By Amanda Roger
"Gasiti diferentele..."SCLAVÍE s. f. Stare, condiție de sclav; sclavaj, robie. ♦ Fig. Stare a celui aflat sub o stăpânire tiranică; stare de asuprire; aservire. – Sclav + suf. -ie...
22/10/2015 @ 22:13:13
By Ford Turani
Jordan Maxwell recommends to research: "Hanseatic League - Teutonic Zionism"
19/04/2015 @ 16:24:28
By Turismo Associati
sir are you encouraging people participate in some kind of game? ...where people give up their power? It never worked before .... that’s why I suggest instead of give up your power, exercise it from y...
05/10/2014 @ 08:45:09
By James Smith
Asta e marihoana nu?ei cine te poate opri so faci ,eu nu prefer astfel de fistractie deoarece am vazut ca dupa nu mai faci altceva fecit ca dormi bine,nu am incercat nu incerc dar nu opresc pe nimeni ...
30/09/2014 @ 09:34:56
By Miulesvu Corina Lucia


Titolo


TurismoAssociati.it uses cookies to ensure you get the best experience on the internet (European Union User Consent Policy)

More info




Publishes and comments on leaked documents alleging government and corporate misconduct.




Trilingual World Observatory: italiano, english, romana. GLOBAL NEWS- If you want to make information and not suffer it, become a CITIZEN JOURNALIST.


TurismoAssociati.it & Facebook

notizie globali, global news, stiri globale, reti sociali, social networks, retele sociale


Atlas City Project 4 All Of Us Radio The Ecova Project Backyard AQUAPONICS - Bringing food production home EuropeanOrganizationforSustainability The New Z-Land Project Pangea Organization - United towards a sustainable future Resource Based Economy Foundation


TurismoAssociati. it FEED Reader


CURRENT MOON

Trilingual World Observatory: italiano, english, romana. GLOBAL NEWS- If you want to make information and not suffer it, become a CITIZEN JOURNALIST.



Prenotazioni hotel, voli, offerte viaggi e vacanze, case vacanze, voli low cost, noleggio auto, offerte speciali.



Latest NEWS @
www.TurismoAssociati.it

Non-Hodgkin lymphoma cured by CANNABIS. The video of Stan and Barb Rutner.

Dr. Joycelyn Elders, U.S. surgeon general: Myths About Medical Marijuana in The Providence Journal, 2004.

Marihuana vindeca CANCERUL: marturii despre uleiul de cocos si canabis.

Yahoo Incorporated Mail. My account recovery information is incorrect. The Password Helper says my password can't be reset online. "First time signing in here?" message.

All information in a video about Donatio Mortis Causa and The Venus Project

What is TOR browser?

Islamic State prime suspect after suicide bombers kill 41 at Istanbul airport

EU's Juncker to meet Scottish leader after UK says leaving EU

Exclusive: Trump supporters more likely to view blacks negatively - Reuters/Ipsos poll

China defends FX policies after Trump vows to label Beijing a currency manipulator

Syria rebels battle IS at Iraqi border, aim to cut 'caliphate' in two

Puerto Rico debt bill gains backers in U.S. Senate; close vote seen

Ultimele articole - Antena3.roGabriela Firea a fost de acord cu achitarea unei parti din datoria RADET catre ELCEN

Fumezi de ani de zile? Reteta asta iti curata plamanii in doar trei zile!

Klaus Iohannis: "România are nevoie de un proiect post-aderare la Uniunea Europeana"

Fara ”?paga” în politica. Un cunoscut politician ?i-a anun?at retragerea

A mestecat guma timp de ?apte ore pe zi. Acum risca sa ramâna desfigurata. Ce a pa?it tânara e absolut ?ocant

Neculai On?anu ramâne în arest preventiv





29/06/2016 @ 14:35:57
script eseguito in 578 ms