Immagine
 Trilingual World Observatory: italiano, english, română. GLOBAL NEWS & more... di Redazione
   
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
By Admin (from 26/02/2011 @ 10:00:58, in ro - Stiinta si Societate, read 1133 times)

 Analiza stiintifica a comportamentului diverselor specii mai mult sau mai putin evoluate ne ofera frecvent toate indiciile pentru a presupune ca singurul element care ne diferentiaza este limbajul uman articulat, insotit de capacitatea invatarii limbilor straine. Aparent bizara inteligenta animala devine cu atat mai tulburatoare, cand este remarcata la fiinte considerate mult inferioare omului. Sau poate ca e vorba „doar” despre instinct?...

 - Neurologie la insectar. Multa vreme, fenomenul genezei neuronilor la fiintele adulte a fost considerat imposibil; ulterior, el a fost limitat la anumite specii de vertebrate (intre care si omul), dar si de nevertebrate. In fine, astazi se afirma cu certitudine ca procesul respectiv e destul de raspandit. Recent, un grup de cercetatori francezi l-au remarcat pana si la lepidoptere. Oamenii de stiinta au constatat aparitia celulelor nervoase in creierul fluturelui Agrotis ipsilon, supranumit „viermele gri al porumbului”. Neuronii respectivi au un rol foarte important in perpetuarea speciei, ei fiind implicati in sensibilitatea sistemului olfactiv al fluturelui, caruia ii permit astfel sa detecteze parteneri sexuali.

      - Gandacii dezvolta economia. Cine s-ar fi gandit ca omul erei industriale are un aliat de mare nadejde tocmai in micile (si deseori blamatele) insecte? Nu mai putin de 47 miliarde de euro pe an: cam aceasta ar fi valoarea serviciilor aduse de insecte, in SUA. Si nu e decat o parte a situatiei, intrucat cercetatorii care au facut calculele s-au orientat doar spre patru activitati prestate de amintitele vietati, in folosul oamenilor: reciclarea excrementelor, lupta impotriva unor daunatori (inclusiv insecte), polenizarea si asigurarea hranei pentru alte specii (pasari, batracieni etc.). S-ar putea adauga aici descompunerea diverselor carcase, a deseurilor, productia de miere, cea de matase sau de produse farmaceutice si exemplele pot continua.

      - Melcii „de stanga”. Cochiliile spiralate pot fi impartite in doua mari categorii: cele cu deschiderea situata in stanga si cele cu deschiderea in dreapta. Amanuntul nu e lipsit de importanta: animalele cu cochiliile „de stanga” au mai multe sanse de supravietuire decat celelalte. Lucrul a fost constatat de cercetatorul american Gregory Dietl (Universitatea Yale), in urma studierii mai multor asemenea cochilii datand din Pleistocen. Argumentul sau se refera la faptul ca principalul pradator al fiintelor respective, crabul, isi abandoneaza mai repede victima atunci cand deschiderea cochiliei se afla pe partea stanga. Motivul? El isi utilizeaza clestele drept, ceea ce face dificil accesul la animalul vanat.

 - Pestele si „seful” sau. Ei, da: exista o anume „perspicacitate sociala” si in lumea subacvatica. Mai exact, la o specie de pesti africani, Haplochrimis burtoni, unde functioneaza perfect un fel de ierarhie... cameleonica. Masculii speciei au capacitatea de a-si schimba culoarea, in functie de statutul lor de dominanti sau de dominati. Astfel, cand individul care domina pleaca, masculul ramas pe loc trece, in cateva minute, de la griul caracteristic pestilor dominati, inapti pentru reproducere, la galben sau la albastru intens dungat cu negru, si incepe sa le faca curte femelelor. Cercetatorii nu au dezlegat inca misterul procesului respectiv, insa considera ca poate fi vorba despre activarea unei gene care ar comanda sinteza unui hormon sexual. Din nou, perpetuarea speciei devine scopul suprem; cel putin, la animale.

      - Hidra-pistolar. 700 de nanosecunde si o acceleratie de peste 5410000 g! Pentru prima oara, o echipa de cercetatori germani a reusit sa filmeze (gratie unei camere video ultrarapide, care inregistreaza 1,4 milioane de imagini pe secunda) ceea ce ar putea reprezenta procesul celular cel mai prompt din natura: explozia, la contactul cu prada, a celulelor urticante pline de otrava, care acopera tentaculele meduzelor, ale hidrelor si ale altor celenterate. Ejectat din aceste celule, „proiectilul” natural are forta de a perfora cochilia unui crustaceu, cu o presiune similara celei a glontelui unui pistolet.

ADRIAN-NICOLAE POPESCU - magazin.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 26/02/2011 @ 08:00:34, in it - Osservatorio Globale, read 2186 times)

Il male nel mondo si manifesta attraverso la violenza, l'ingiustizia, la malattia, la miseria, la fame, l'ignoranza... Tutto ciò che si oppone al bene, all'armonia, alla gioia, al benessere, alla vita causa dolore fisico, mentale, morale, spirituale e anche morte.

 

Tre sono gli ostacoli che maggiormente si oppongono allo sviluppo della cultura universalista, all'intelligenza positiva, all'etica universale, alla responsabilità dell'individuo verso se stesso e verso il destino collettivo: i mezzi di informazione di massa al servizio delle grandi lobby agroalimentari-zootecniche; la medicina allopatica condizionata dall'industria chimico-farmaceutica e le religioni antropocentriche.

 

Tutti e tre contribuiscono a ad ammalare l'uomo nel corpo, a generare ignoranza e a renderlo più insensibile sul piano della coscienza morale.

 

I mass media condizionano la mente della popolazione rendendo indispensabile ciò che nel corso dei millenni è sempre stato superfluo, spingendo la gente ad acquisire prodotti propagandati come utili, necessari e benèfici mentre vanno a vantaggio delle lobby che rappresentano ma spesso a danno della salute delle persone e del pianeta. I mezzi di informazione che dovrebbero essere al servizio del vero progresso culturale, morale e spirituale della popolazione, sono improntati a dare al popolo quello che il popolo chiede, non quello di cui ha realmente bisogno, favorendo in questo modo la società dell'apparenza, dell'esteriorità, dell'immagine, del cattivo gusto, della volgarità: il loro scopo è vendere, avere utili, acquisire potere. Se il popolo chiede violenza, sesso, lusso sfrenato, essi danno violenza, sesso, lusso sfrenato senza curarsi del danno che procurano. La disinformazione porta al condizionamento mentale, a modelli negativi, alla competizione, all'arrivismo, alla mancanza di senso critico: condizioni che impediscono la realizzazione integrale dell'uomo e di una società migliore. Quanto più un popolo è ignorante, affamato e bisognoso di protezione tanto più è vulnerabile e manovrabile.

La medicina convenzionale considera la malattia un fatto naturale, ineluttabile, interviene sui sintomi senza rimuovere le cause della malattia: autorizzando implicitamente l'essere umano a persistere nei suoi errori alimentari, nei suoi cattivi stili di vita; tende ad assoggettare passivamente l'individuo alla cure mediche, all'intervento farmacologico che spesso si traduce a danno per la salute umana (naturalmente senza disconoscere il grande contributo dalla medicina in tutti i casi di urgenza). Un meccanismo che asseconda le aspettative del popolo inerte e bisognoso di avere buone notizie sulla sua cattiva condotta; un popolo che esige dal medico la pillola che gli consente di non rinunciare alle sue abitudini indotte. In sostanza il medico asseconda le aspettative del malato senza fargli capire le cause del suo problema, rendendosi implicitamente responsabile della sua condizione di malato; tende a sottovalutare o a trascurare del tutto l'importanza dell'alimentazione nella vita dell'individuo mentre questa è capace di condizionare non solo la salute del corpo ma della mente e della coscienza. La mancanza di autodeterminazione e di senso critico trovano terreno fertile nell'ignoranza, nell'accettazione passiva, nella rassegnazione e l'individuo tende a delegare ad altri la tutela del nostro bene fisico, mentale, emozionale e spirituale: tutto ciò che non responsabilizza l'individuo sugli effetti delle sue scelte, l'accettazione passiva delle decisioni di chi gestisce i meccanismi sociali, favorisce la tirannide, l'assoggettamento e il dominio dei forti sui deboli.

 

La mancanza di sensibilità umana a mio avviso viene dalla cultura antropocentrica, diffusa in ogni latitudine, per la quale si ritiene che l'essere umano sia padrone assoluto di ogni altra forma di vita e consideri ogni essere non umano oggetto senza valore a suo uso e consumo. Questo lo inclina inevitabilmente all'idea della legge del più forte, al fine che giustifica i mezzi, al deprezzamento del valore della vita, alla disistima delle differenze formali, all'insensibilità verso la sofferenza e la morte in senso lato e preclude al genere umano quei valori di compassione e condivisione imprescindibili per una società umana giusta, civile e solidale. Se gli umani avessero bontà d'animo, se fossero profondamente giusti e sensibili, avessero la capacità di condividere le necessità vitali del prossimo, la malvagità e la crudeltà di alcuni, la potenzialità dell'essere umano ad uccidere, a rapinare, a violentare, a schiavizzare, torturare, a far soffrire deliberatamente, sarebbero limitati ai soli casi di improvvisa follia e certamente si porrebbero le basi per un mondo migliore: anche la più proterva natura umana egoista ed incline alla violenza sarebbe grandemente ridimensionata e corretta.

 

Quel che succede nel mondo è la sommatoria del livello evolutivo dell'intelligenza e delle coscienze individuali.

 

Se ciò che rende l'uomo capace di far del male, di usare violenza, di compiere delitti di qualsiasi natura, è la mancanza di compassione, l'incapacità di immedesimarsi nella vittima e di condividerne il dolore, nulla come la strisciante mentalità antropocentrica inclina l'essere umano all'indifferenza verso le necessità vitali dell'altro e lo abitua alla sonnolenza, all'indifferenza, alla accettazione passiva della guerra, alla morte per fame e malattie di 50 milioni di persone ogni nel mondo, all'uccisione di oltre 50 miliardi di animali l'anno nei campi di sterminio-mattatoi, allo smembramento 300 milioni di animali l'anno nei laboratori di vivisezione, allo sterminio di miliardi di animali con la caccia e la pesca, a imprigionarli in gabbie, a spellarli per prendersi il loro unico manto...


Questo è ciò che rallenta, ostacola il vero progresso integrale dell'uomo.

 

di Franco Libero Manco - fonte: luigiboschi.it/?q=node/37038

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 25/02/2011 @ 12:00:27, in ro - Stiinta si Societate, read 1396 times)

 Marte, planeta care a suscitat cel mai mult, in ultimul sfert de secol curiozitatea astronomilor, ascunde, in ciuda numeroaselor informatii pe care sondele spatiale americane le-au transmis despre ea, multe enigme si capcane. De altfel, savantii recunosc ca unul dintre motivele pentru care omul nu a ajuns inca pe „planeta roiie” este nivelul ridicat de radiatii careia astronautii ar trebui sa-i faca fata, pe drum. Problema ar putea fi rezolvata printr-o solutie inedita, si anume calatoria in interiorul unui asteroid!

Ideea, desi poate parea demna de un scenariu science-fiction, este tratata cu toata seriozitatea de catre NASA, care a alocat chiar fonduri speciale pentru cercetare, in acest sens. Ingroparea” unei navete spatiale in interiorul unui asteroid care tranziteaza spatiul dintre Terra ii Marte ar reprezenta nu doar o modalitate prin care astronautii ar fi la adapost de radiatiile letale, ci si una de a economisi energia!

Radiatiile pot fi fatale astronautilor

Se stie ca, in afara scutului reprezentat de câmpul magnetic al Pamântului, razele cosmice constituie un mare pericol pentru viata astronautilor. Expunerea indelungata la aceste radiatii spatiale creste considerabil riscul imbolnavirii de cancer si diminueaza capacitatile mintale, mai ales cele vizând atentia si memoria. De aceea, specialiitii de la Institutul NASA pentru Concepte Avansate (NIAC) din Atlanta, Georgia, incearca sa afle daca un asteroid ar putea fi folosit drept mijloc de transport si scut pentru sondele spatiale terestre.

 Planul ar fi ca o racheta de constructie speciala sa plece spre Marte si sa faca jonctiunea cu un asteroid; apoi, echipajul sa sape in interiorul acestuia un orificiu suficient de mare ca sa poata adaposti naveta si sa astupe „intrarea” cu material luat tot de pe asteroid. Astfel, se va asigura o protectie totala pe perioada celor 8-10 luni cât va dura zborul spre Marte. „Este putin probabil ca activitatea de minare a asteroidului, pentru a face loc navetei, sa-i modifice acestuia traiectoria”, crede cunoscutul astrobiolog Daniel Durda, care a pus la punct o lista cu 40 de asteroizi capabili sa-i transporte pe pamânteni spre Marte, cel mai potrivit, in opinia savantilor NASA, fiind cel numit Itokawa.

„Nu trebuie sa fie un asteroid oarecare, ci unul care sa contina o cantitate relativ mica de elemente grele. Motivul ar fi ca acestea produc particule secundare periculoase atunci când intra in contact cu razele cosmice, deci nu ar fi potrivite pentru a constitui un scut contra radiatiilor, ci dimpotriva”, precizeaza Durda. In momentul de fata se studiaza problema trimiterii, catre câtiva dintre asteroizii „candidati” la aceasta expeditie inedita, a unei navete fara echipaj uman, care sa ii cerceteze mai indeaproape.

Gabriel TUDOR - magazin.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

ERASMO DA ROTTERDAM (1466-1536)


...A me definire animalesco o bestiale  un conflitto armato, sembra ancora inadeguato. In effetti gli animali vivono per lo più concordemente e socievolmente all'interno della propria specie, si muovono in gruppo, si difendono e si aiutano reciprocamente....

 

Ma per l'uomo non c'è bestia più pericolosa dell'uomo. Gli animali, quando combattono, combattono con le armi che gli ha dato la natura. Noi uomini ci armiamo a rovina degli altri uomini di armi innaturali , escogitate  da un'arte diabolica. Gli animali non si scatenano per qualsiasi ragione, ma solo perché sono inferociti dalla fame, perché si sentono braccati, perché temono per i cuccioli. Noi uomini -chiamo Dio a testimone-  scateniamo le più tragiche guerre per i motivi più futili...

 Chi ha mai sentito dire che centomila animali si sono sterminati a vicenda?

 

Eppure così fanno dappertutto gli uomini . Ma il confronto non è ancora finito . Ci sono specie animali divise fra loro da un'ostilità congenita, ci sono però anche specie unite da una genuina e salda amicizia . Invece fra uomo e uomo, fra tutti gli uomini presi uno a uno, c'è guerra perpetua ; non esiste nel genere umano un'alleanza veramente salda. Così è : ogni creatura che tradisce la propria natura, degenera e diviene peggiore che se fosse stata originariamente maligna....

...non esiste pratica, per quanto infame, per quanto atroce, che non si imponga, se ha la consuetudine dalla sua parte . Quale fu dunque questo misfatto ? Ebbene, non ebbero scrupolo di divorare i cadaveri degli animali, di lacerarne a morsi la carne esanime, di berne il sangue, di suggerne gli umori, e di seppellirsi viscere nelle viscere, come dice Ovidio. ...Che cadaverici piaceri ! ...Dagli animali feroci si passò alle bestie innocue. Si cominciò dappertutto a infierire sulle pecore,  animali senza frode né inganno, sulla lepre colpevole soltanto di essere saporita . Non risparmiò il bue domestico, che aveva lungamente nutrito col suo lavoro l'ingrata famiglia ; non ci si astenne da nessuna razza di uccello né di pesce ; e la tirannide della gola arrivò al punto che nessun animale fu più in grado di sottrarsi alla caccia spietata dell'uomo...

 

Il tirocinio che abbiamo descritto, fu un addestramento all'omicidio...

E a forza di sterminare animali, s'era capito che anche sopprimere l'uomo non richiedeva un grande sforzo.

 

...E' senz'altro da preferirsi la vita delle mosche e degli uccelli, che possono vivere tranquillamente secondo natura, per quanto almeno lo permettono le insidie dell'uomo . E' incredibile quanto perda del suo fascino un uccello che, chiuso in gabbia, abbia imparato a balbettare qualche parola umana . Giacché la creazione della Natura è senz'altro più lieta e attraente di quella dell'uomo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 25/02/2011 @ 08:00:55, in en - Science and Society, read 1293 times)

We have previously reported on the development of prototype adaptive focus glasses at the University of Arizona (UA) that were able to switch focus electronically. Unlike manually adjustable focus glasses, such as TruFocals, that place a flexible liquid lens between two rigid lenses, the lenses of the prototype glasses consisted of a layer of liquid crystals sandwiched between two pieces of glass. By applying an electric charge, the orientation of the liquid crystals – and therefore the optical path length through the lens – was able to be changed, resulting in glasses that changed focus electronically. This technology is now on its way to consumers with PixelOptics showing its emPower! glasses at CES 2011.

Relying on liquid crystals, the glasses, which PixelOptics will bring to market under the brand name emPower!, are able to switch focus in the blink of an eye and with no moving parts – unless you count the reorientation of the liquid crystals. Being electronically activated also allows for a neat feature. While the wearer is able to manually activate the change of focus by touching the arm of the emPower! glasses, thanks to an accelerometer embedded in the arm, with a swipe they can also set the glasses to change focus automatically when they look down to read.

Being electronic also means batteries. The battery embedded in the glasses can be recharged in around two hours using an inductive charger and is good for two to three days, depending on usage patterns.

Calling them the “world’s first electronic focusing eyewear,” PixelOptics' emPower! glasses are based on the technology originally developed at UA, which licensed three patents to Johnson & Johnson, who then sold the patent licenses to PixelOptics to commercialize the technology. That commercialization is set to happen some time this year when PixelOptics plans to launch its emPower! glasses in around 36 different styles.

Source: GizMag - zeitnews.org

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 24/02/2011 @ 12:00:43, in ro - Observator Global, read 1465 times)

 Faimosul „giulgiu din Torino”, reprezentand imaginea imprimata pe panza a unui om crucificat, ramane, fara indoiala, una dintre cele mai controversate relicve ale crestinatatii. Multi oameni de stiinta inclina sa creada ca este vorba despre un obiect datand de la inceputul primului mileniu al erei crestine in vreme ce altii, bazandu-se si pe experimentele efectuate in laboratoarele NASA, sunt convinsi ca este vorba despre un fals medieval. O recenta ipoteza lanseaza o varianta cu totul originala asupra modului in care figura de pe giulgiu a aparut.

O fotografie cu timp indelungat de developare

Ipoteza ii apartine microbiologului american Stephen Mattingly, de la Centrul de Stiinta Medicala din San Antonio, Texas si potrivit ei, imaginea nu ar fi fost creata nici de mana omului, nici de o putere supranaturala, ci de niste banale… bacterii! „Microbii ar fi putut proveni din ranile unei persoane care a avut parte de o moarte foarte lenta si al carei cadavru a fost apoi spalat si invelit intr-un cearsaf de panza, pentru a fi pregatit de inmormantare.

Spalarea trupului a facut ca ranile sa devina umede si lipicioase, in asa fel incat organismul a fost impregnat cu bacterii. In final, acestea au murit, emitand proteine care s-au oxidat gradat si au format pete intunecate, ca o fotografie cu timp indelungat de developare”, crede Mattingly.

„Imaginea nu este un fals medieval”

 Cercetatorul american este de parere ca echipele de la NASA, care au analizat giulgiul in 1989, sustinand ca este un fals medieval, au ajuns la o concluzie gresita. „Bacteriile depuse pe giulgiu le-au incurcat calculele savantilor NASA. Daca vor face abstractie de efectul acestor bacterii, vor ajunge poate la concluzia ca omul respectiv a trait in primul secol al erei crestine... Nu vom sti niciodata daca omul invelit in acest giulgiu a fost Iisus Christos, dar indiferent cine a fost, imaginea este autentica si nu un fals medieval”, afirma microbiologul texan. El este insa convins ca omul a carui imagine s-a imprimat pe giulgiu a fost intr-adevar crucificat, pentru ca acest supliciu presupune o moarte extrem de lenta, condamnatii ajungand sa agonizeze pana la 72 de ore pe cruce! „Cel supus unui astfel de supliciu sangera abundent, creand bacteriilor un camp propice de dezvoltare. Probabil ca bacteriile au facut parte din clasa Staphylococcus epidermidis. Acest stafilococ este prezent de obicei in epiderma umana, dar devine agresiv doar atunci cand gaseste un mediu optim de inmultire”.

Spre a-si verifica teoria, omul de stiinta american a prelevat bacterii de pe propria piele, le-a introdus intr-un mediu de cultura, unde acestea s-au inmultit si au format un „biofilm” care, absorbind apa, a devenit foarte lipicios. Mattingly si-a intins acest material, de consistenta unui clei, pe maini si pe fata, dupa care si-a acoperit corpul cu o bucata de panza. Cand lichidul s-a uscat, pe panza ramasesera imprimate urmele chipului si a bratelor lui Mattingly, sub forma unor pete care s-au ingalbenit, dupa cateva saptamani, devenind asemanatoare cu cele de pe giulgiul din Torino.

GABRIEL TUDOR - magazin.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Bell, Book & Candle restaurant in the West Village is using its roof to grow sixty percent of its ingredients via energy-efficient Aeroponic growing towers. Led with Chef John Mooney’s locavore beliefs, Mooney’s initiatives transcend the typical local farm-to-table restaurant. By growing vertically, Mooney is able to control what goes into each vegetable, with a contained water system and no soil – meaning no additives or pesticides are necessary.

Furthermore, since Bell, Book & Candle is self-supplying, fruits and veggies are picked at their peak and used immediately, rather than being stored for long periods of time. A carbon neutral pulley brings each day’s harvest down into the kitchen to be turned into mouth-watering dishes such as Roasted Heirloom Pumpkin Soup, Rooftop Mixed Green Salad, and Gin & Tonic Wild Salmon with caramelized cauliflower. Any produce that isn’t sourced from above is instead purchased from a cold-weather greenhouse in nearby Lancaster, PA. But it really doesn’t get any fresher than rooftop-to-table!

Source: InHabitat - zeitnews.org

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 24/02/2011 @ 10:00:20, in it - Scienze e Societa, read 1261 times)

Stili di vita non salutari ancora diffusi fra i bambini italiani. Secondo i dati dell'indagine OKkio alla Salute, che ha analizzato oltre 42.000 alunni delle terze classi delle scuole primarie, è ancora alta la prevalenza del sovrappeso (23%) e dell'obesità (11%). I piccoli del belpaese nel 9% dei casi non fanno colazione e nel 30% non la fanno adeguatamente, mentre 1 bambino su 4 non mangia quotidianamente frutta e verdura e circa il 50% consuma bevande zuccherate o gassate nell'arco della giornata.

 

I dati sono stati resi noti in occasione di un incontro organizzato oggi a Roma per discutere il bilancio dell'iniziativa 'Scuola e Salutè, avviata nel 2007 dal ministero della Salute e da quello dell'Istruzione per e che mira a inculcare la cultura della prevenzione e della salute fin dalle scuole elementari.

 

Secondo i dati diffusi 1 bambino su 2 oggi ha la televisione in camera, uno su 5 pratica sport per non più di un'ora a settimana. Inoltre, i genitori non sempre hanno un quadro corretto dello stato ponderale del proprio figlio: tra le madri di bambini in sovrappeso o obesi, il 36% non ritiene che il proprio figlio abbia chili di troppo.  Lo studio Zoom8 condotto dall'Inran su un campione di 2.100 bambini di 8-9 anni ha approfondito alcuni aspetti indagati da OKkio alla Salute, rilevando che circa il 70% dei bambini non ha l'abitudine di andare a scuola a piedi e che solo il 26,8% gioca più di due ore al giorno all'aria aperta, nei giorni feriali. La scarsità di tempo trascorso dai piccoli all'aperto è correlata alla sicurezza dell'ambiente circostante l'abitazione e alla mancanza di strutture adeguate, specie al Sud.

 

Il ribaltamento di queste tendenze è l'obiettivo principale del progetto 'Scuola e Salutè, che insegna a 'guadagnare vità sin dai banchi di scuola. È stato presentato oggi il bilancio di tre anni dell'iniziativa che, grazie a una sinergia tra scuole, ministero della Salute e ministero dell'Istruzione, vuole contribuire alla riduzione del numero delle malattie e delle morti causate da stili di vita scorretti e cattive abitudini, come l'obesità, il fumo e l'alcol. L'Health Behaviour in School-aged Children, studio multicentrico promosso dall'Organizzazione mondiale della sanità finalizzato a raccogliere dati sui comportamenti relativi alla salute in età pre-adolescenziale (11-15 anni), realizzato in collaborazione tra l'Istituto superiore di sanità, le Università di Torino, Padova e Siena, indica fra i teenager italiani una diminuzione dell'eccesso ponderale al crescere dell'età.

La frequenza dei ragazzi in sovrappeso e obesi va dal 29,3% nei maschi e dal 19,5% nelle femmine undicenni, al 25,6% nei maschi e al 12,3% nelle femmine di 15 anni. Emerge un minor consumo quotidiano di verdura nel Sud e tra i maschi. L'indagine evidenzia inoltre lo svolgimento di minore attività fisica tra i ragazzi di 15 anni (47,5% dei maschi e 26,6% delle femmine) rispetto ai tredicenni (50,9% dei maschi e 33,7% delle femmine); una percentuale del 40% dei maschi e del 24% delle femmine di 15 anni che dichiara di consumare alcol almeno una volta a settimana e un 19% dei quindicenni (maschi e femmine) che dichiara di fumare almeno una volta a settimana.

 

Proprio sul fumo, i dati più recenti a disposizione (Doxa-Iss-Osfad 2010) indicano che tra i 15 e i 24 anni d'età i fumatori rappresentano il 21,9%. I maschi sono il 25,3% e le femmine il 18, 4%. In questa fascia d'età, l'indagine ha rilevato che il 34,5% dei baby-tabagisti inizia a fumare prima dei 15 anni e il 50,8% tra i 15 e i 17 anni: quindi l'85,3% dei ragazzi si accende la prima sigaretta prima dei 18 anni, quando frequenta ancora la scuola. Secondo i dati, il 73,4% dei giovani fumatori prende il vizio sotto l'influenza degli amici: si fuma perchè 'lo fanno tuttì. 

Fonte: leggo.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

http://www.youtube.com/user/TZMOfficialChannel

Zeitgeist: Moving Forward, by director Peter Joseph, is a feature length documentary work which will present a case for a needed transition out of the current socioeconomic monetary paradigm which governs the entire world society.

This subject matter will transcend the issues of cultural relativism and traditional ideology and move to relate the core, empirical "life ground" attributes of human and social survival, extrapolating those immutable natural laws into a new sustainable social paradigm called a "Resource-Based Economy".

One voice can make a difference........a million voices can change the world!


Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 23/02/2011 @ 12:00:00, in ro - Stiinta si Societate, read 1526 times)

 Progresele realizate in ultimii ani de medicina sunt uluitoare, printre ele numarandu-se, la loc de cinste, acel vaccin impotriva cancerului de col uterin. Iata insa, ca tot cu ajutorul unui vaccin medicii vor sa vina de hac si altor formatiuni maligne si anume tumorile cerebrale.Este vorba, mai precis, despre gliomurile recurente, unele dintre cele mai agresive tumori maligne, considerate a se numara printre formele de cancer cu o incidenta a mortalitatii de aproape 100%.

In cazul lor, metodele de tratament clasice – chimioterapia sau radioterapia – au o eficienta scazuta; pornind tocmai de la aceasta premisa, o echipa de cercetatori californieni, condusa de dr. Andrew Parsa, de la San Francisco Medical Center, incearca sa vina de hac tumorilor folosind celule canceroase prelevate chiar din acestea!Parsa, un reputat neurochirurg, a inceput deja sa faca testari pe un grup de pacienti voluntari, pentru a pune la punct un „vaccin” impotriva tumorii, prin care aceasta este invinsa cu propriile ei arme, daca ne putem exprima astfel.

Tumora este distrusa cu propriile arme

 Vaccinul, ca si cele impotriva rabiei, tuberculozei si altor maladii, utilizeaza anumite proteine luate chiar din tumora si este administrat prin intermediul unei seringi, in bratul bolnavului, la fiecare doua saptamani, scopul sau fiind de a stimula cresterea nivelului celulelor-T, „caramizile” de baza ale sistemului imunitar si de a opri astfel orice reaparitie a celulelor canceroase.

„La toti cei sase pacienti care au primit acest tratament pana in prezent s-a pus in evidenta un raspuns imunitar. Atunci cand le-am analizat sangele, dupa administrarea vaccinului, s-a observat o crestere semnificativa a nivelului de celule-T. Cinci dintre pacienti au trait mai mult de jumatate de an dupa reaparitia glioblastomului, care este cea mai maligna forma de tumora cerebrala”, spune Parsa. Pana in prezent, rareori, pacientii cu aceasta forma rara de tumora supravietuiau mai mult de sase luni.

 „Sunt semnale incurajatoare dar asta nu inseamna ca tratamentul va fi suta la suta eficient. Oricum, vom continua cercetarile, pentru ca se pare ca ne aflam pe drumul cel bun”, crede savantul californian. Deja, 48 de bolnavi cu gliom recurent s-au inscris pe „lista lui Parsa”, pentru a beneficia de dozele saptamanale de vaccin, dar rezultatele in privinta starii lor de sanatate vor fi date publicitatii abia la finele anului viitor. La realizarea vaccinului, echipa dr. Parsa a colaborat cu o companie de biotehnologie, Antigens Inc., iar fondurile pentru cercetare, in suma totala de aproape jumatate de milion de dolari, au fost donate de Asociatia Americana pentru Tumori Cerebrale, prin Institutul National de Cancer.

Unul dintre pacienti, doamna Rosalind Hekkala, in varsta de 66 de ani, a fost diagnosticata cu tumora cerebrala si operata, in iulie 2005. O noua tumora i-a fost detectata in noiembrie acelasi an, in ciuda faptului ca a urmat un tratament intensiv – chimio si radioterapie. Dupa ce a inceput sa-i fie administrat vaccinul, cu aproape un an in urma, cancerul nu a mai recidivat!

Gabriel TUDOR - magazin.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 416 persone collegate

< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
en - Global Observatory (605)
en - Science and Society (594)
en - Video Alert (346)
it - Osservatorio Globale (503)
it - Scienze e Societa (555)
it - Video Alerta (132)
ro - Observator Global (399)
ro - Stiinta si Societate (467)
ro - TV Network (149)
z - Games Giochi Jocuri (68)

Catalogati per mese - Filed by month - Arhivate pe luni:

Gli interventi piů cliccati

Ultimi commenti - Last comments - Ultimele comentarii:
Hi, it's Nathan!Pretty much everyone is using voice search with their Siri/Google/Alexa to ask for services and products now, and next year, it'll be EVERYONE of your customers. Imagine what you are ...
15/01/2019 @ 17:58:25
By Nathan
Now Colorado is one love, I'm already packing suitcases;)
14/01/2018 @ 16:07:36
By Napasechnik
Nice read, I just passed this onto a friend who was doing some research on that. And he just bought me lunch since I found it for him smile So let me rephrase that Thank you for lunch! Whenever you ha...
21/11/2016 @ 09:41:39
By Anonimo


Titolo

Latest NEWS @
www.TurismoAssociati.it

Non-Hodgkin lymphoma cured by CANNABIS. The video of Stan and Barb Rutner.

Dr. Joycelyn Elders, U.S. surgeon general: Myths About Medical Marijuana in The Providence Journal, 2004.

Marihuana vindeca CANCERUL: marturii despre uleiul de cocos si canabis.

Yahoo Incorporated Mail. My account recovery information is incorrect. The Password Helper says my password can't be reset online. "First time signing in here?" message.

All information in a video about Donatio Mortis Causa and The Venus Project

What is TOR browser?

Puerto Rico governor faces calls for impeachment over chats

More Puerto Rico protests planned as governor resists calls to resign

A rally and a redirect: why the markets are so focused on the Fed

Iran says it seized British tanker, denies U.S. brought down drone

U.S. Democratic lawmakers slam Trump's latest border initiatives

Britain says Iran seizes two oil tankers in Gulf, Iran says captured one

Ultimele articole - Antena3.roHOROSCOP 20 iulie 2019. Berbecii au o oportunitate de a face bani, Gemenii au un mod unic de a privi lumea

CALENDAR ORTODOX 20 IULIE. Mare sarbatoare astazi pentru cre?tinii ortodoc?i

Ionela e studenta ?i s-a apucat într-o zi sa cer?easca cu romii în Fran?a. Dupa doar câteva zile a descoperit ceva uluitor: Am intrat într-o camera ?i acolo erau cu zecile! "În dragoste, în razboi, totul e posibil"

"Sunt casatorita de 17 ani, am un so? minunat, faceam mereu amor, dar într-o zi ni s-a întâmplat ceva bizar. De atunci nu a vrut sa ma mai atinga în pat. Nu mai pot trai a?a, trebuie sa divor?ez"

Cutremur în România, vineri seara

Dar ?i Har. Daniela Costachel: Aici gre?e?te sistemul ?colar de stat





20/07/2019 @ 00:53:35
script eseguito in 939 ms