Immagine
 Trilingual World Observatory: italiano, english, română. GLOBAL NEWS & more... di Redazione
   
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
By Admin (from 10/12/2010 @ 10:00:53, in ro - Stiinta si Societate, read 1219 times)

 Este destul de clar ca unii oameni ajung sa invidieze Divinitatea cea creatoare a lumii noastre si incearca sa repete ei insisi miracolul, macar la un nivel mai redus. Astfel iau nastere ecosisteme artificiale, multe dintre ele in scopul pozitiv de cercetare a limitelor vietii. In schimb, altele sunt concepute cu finalitate pur decorativa, dar trebuie sa recunoastem ca exista asemenea realizari echivalente cu performante stiintifice remarcabile.

Pluralul creatiei

Cercetatorii americani Joe Hanson si Clair Folsome au inventat ceea ce au numit ecosfera, realizare intrata in atentia NASA. Doua motive declarate au suscitat acest interes. Primul: modelul miniatural al planetei noastre poate furniza informatii pentru programul „Misiunea NASA pentru Terra”, care studiaza biosfera Pamantului. Al doilea: s-ar putea obtine informatii pretioase despre sistemele biologice necesare la construirea statiilor spatiale destinate sistemului nostru solar.

In linii mari, ecosfera reprezinta o maniera foarte simpla de interactiune intre lumea animala si cea vegetala, pe de o parte, si cel mai pretios element de pe planeta – apa – pe de alta parte. Pentru ca aceasta inventie este alcatuita din alge, creveti si cateva pietricele, toate plasate in apa de mare filtrata si inchise ermetic intr-o sfera de sticla. Un mic univers captiv, care poate trai astfel doar hranindu-se cu lumina, timp de ani de zile!

O baterie ecologica

Ecosfera constituie si un gen de experiment continuu, in cadrul caruia crevetii ar putea reprezenta rasa umana. Cu o precizare importanta: semnificatia acestei substitutii ar fi ca oamenii traiesc sub amenintarea constanta a disparitiei. De aceea, ecosfera ne ajuta sa constientizam importanta vitala a echilibrului mediului nostru. Desi comparatia e intrucatva discutabila, deoarece varietatea de creveti aleasa are particularitatea ca acestia nu se lupta intre ei; ceea ce nu e valabil pentru om, din nefericire.

Totodata, e fascinant modul de functionare a ecosferei. Ea e o baterie ecologica, acumuland energie din lumina, pentru a o transforma in energie biochimica. Prea multa lumina provoaca o consumare accelerata a substantei nutritive de catre alge, iar fara lumina nu se poate obtine hrana pentru creveti. Crevetii folosesc oxigenul din apa si se hranesc cu alge si cu bacterii. La randul lor, bacteriile transforma deseurile animale in nutrimenti consumati de alge. Crevetii si bacteriile produc oxidul de carbon de care algele au nevoie la fabricarea oxigenului. Un echilibru perfect, ce nu presupune ca elementele vii sa se manance intre ele.

Perpetuum mobile pentru viata

Intr-o ecosfera, nimic nu se pierde, totul se transforma, intr-o inlantuire perpetua, conditia fiind ca lumina sa nu lipseasca mai mult de 60 de ore si ca obiectul respectiv sa nu fie manipulat cu miscari bruste. In conditii normale, durata medie de viata este de 2 ani, dar exista si modele care au depasit 12 ani. Moartea lenta se instaleaza din momentul cand hrana devine insuficienta.

Pentru creveti, sunt foarte importante limitele de temperatura si lumina, motiv pentru care durata lor medie de viata e de 5 ani, in timp ce o ecosfera fara creveti poate depasi 18 ani. Interesant e si modul de curatare a interiorului sferei de sticla, folosindu-se doi magneti: cel aflat in apa este activat de unul manevrat pe exterior, astfel incat sa frece zonele murdarite.

Majoritatea ecosferelor construite pana in prezent sunt rotunde sau ovale si au diametrul de 10-13 centimetri, dar s-au realizat si comenzi de pana la 1,5 metri. Dincolo de spectaculozitatea unor asemenea date, aceste lumi miniaturale au calitatea de a ne transmite un mesaj tulburator despre posibilitatea reala de a trai in armonie si echilibru, oriunde pe Pamant.

ADRIAN-NICOLAE POPESCU - magazin.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 10/12/2010 @ 08:00:17, in it - Scienze e Societa, read 2744 times)

Davanti l’acqua, il bagliore del sole sulla superficie, lo sciacquio dei flutti e quei colori accesi che ricordano il mare; alle spalle, invece, l’odore fresco del bosco, il frusciare di una vegetazione fitta e la sagoma imponente delle montagne: sono questi i contrasti favolosi che abbracciano Cannobio, ridente cittadina piemontese di circa 5 mila abitanti della provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Incastonata lungo la sponda nord-occidentale del Lago Maggiore, allo sbocco della Valle Cannobina, la località è in realtà una costellazione di frazioni più piccole, che come pepite trascinate dalla corrente se ne stanno disseminate vicine all’acqua. Il risultato d’insieme è uno scenario grazioso, pittoresco e solare, dove l’abilità dell’uomo si fonde perfettamente con la generosità del paesaggio: in effetti Cannobio ha ricevuto per molti anni, a partire dal 2002, il prestigioso riconoscimento della Bandiera Blu per le acque pulite, a dimostrazione della situazione geografica idillica.

A dir poco strategica è anche la posizione di Cannobio rispetto alle altre città e attrattive della regione: il paese si trova su una direttrice stradale internazionale, la Strada Statale del Lago Maggiore, e da qui partono collegamenti importanti verso la Valle Cannobina, la Val Vigezzo, la cosiddetta Valle dei Pittori, il Santuario di Re e Domodossola. Per non parlare delle corse in aliscafo e battello, ottime per raggiungere le altre località affacciate alle sponde del lago. Non stupisce, quindi, che l’economia locale si fondi soprattutto sul turismo estivo, proveniente in gran parte dalla Germania , dalla Svizzera , dai Paesi Bassi e dalla Francia, benché anche gli italiani apprezzino sempre di più le bellezze naturali e artistiche di questa graziosa cittadina.

Molti sono i gioielli disseminati nel tessuto urbano, tra cui spicca il Santuario della Pietà edificato nel 1583 per volere di San Carlo Borromeo, progettato da Pietro Beretta e arricchito, nel 1909, con una nuova facciata. All’interno c’è un’unica navata, riccamente decorata secondo il gusto barocco, e sopra l’altare principale si trova una bella pala di Gaudenzio Ferrari raffigurante la salita al Calvario.

Da vedere anche il Palazzo del Ragione, detto Parasio, realizzato negli ultimi anni del Trecento dal podestà Ugolino Mandello ma rimesso a nuovo nel XVII secolo. Sotto il portico frontale, formato da massicci blocchi in granito, si trovano diversi stemmi, lapidi e bassorilievi trecenteschi, oltre a due antiche tombe romane. Ad affiancare l’edificio si erge la Torre Comunale del XII secolo, che costituisce in realtà il vecchio campanile della chiesa di San Vittore.

Tra gli edifici di culto c’è l’Oratorio di Santa Marta, del 1581, con uno sfarzoso altare dorato sormontato dal dipinto della Madonna con Bambino attribuito a Camillo Procaccini; di carattere civile è invece la Rocca Vitaliana, detta “castello di Cannero”, un pittoresco insieme di ruderi che occupano alcuni isolotti rocciosi affioranti dalle acque del lago, risalenti all’XI e XII secolo. Infine vale la pena di vedere il Leone, un interessante monumento appollaiato alle sponde del lago, proprio all’ingresso dell’abitato: realizzato nel 1889, il Leone vuole ricordare la difesa di Cannobio contro un attacco austriaco del 1859.

Dopo aver ammirato le testimonianze storico-artistiche che l’uomo ha regalato alla città, arriva il momento di esplorare le bellezze naturali. Oltre allo splendido panorama sul Lago Maggiore, ci sono innumerevoli sentieri e percorsi escursionistici che solcano la Valle Cannobina, accompagnando i visitatori attraverso prati, boschi, alture e scorci da cartolina. Dalle passeggiate più rilassanti alle sfide più ardue, ma anche più suggestive, tutti potranno trovare il passatempo più adatto alle proprie esigenze. Camminare da un alpeggio all’altro è un’esperienza unica e salutare, che stupisce di continuo grazie alla presenza di borghi e piccoli nuclei rurali nascosti tra i monti.

A favorire le attività all’aria aperta contribuisce il clima della zona, che in estate regala temperature miti e tantissimo sole: in luglio, il mese più caldo dell’anno, le temperature medie vanno da una minima di 15°C a una massima di 29°C, e la brezza dolce che spira dal lago è un vero toccasana per chi vuole esplorare la zona. In inverno invece il clima si fa più rigido: gennaio è il mese più freddo, con una minima media di -4°C e una massima di 6°C. Le precipitazioni si concentrano in primavera e autunno, quando cadono più di 100 mm di pioggia al mese.

Nel rigido clima invernale di Cannobio non c’è niente di meglio di una festa natalizia: la manifestazione più amata di questo periodo è la festa dell’Epifania, quando la befana giunge in paese dal lago, a bordo di una piccola imbarcazione, sbarcando in Piazza Lago e distribuendo a tutti i bambini un cesto carico di dolciumi. Per i più grandi, ad allietare i cuori e il palato, non mancano la cioccolata calda e il profumatissimo vin brulé.

Grazie alla sua posizione strategica, non è difficile raggiungere Cannobio. Chi viaggia in auto deve percorrere l’Autostrada A26 Voltri-Sempione e uscire a Gravellona Toce-Verbania, quindi proseguire sulla SS34 del Lago Maggiore da Verbania a Cannobio. Per chi preferisce il treno c’è la stazione di Verbania Fondotoce, sulla linea Milano-Domodossola, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Milano Malpensa, a 88 km circa. Infine Cannobio è raggiungibile mediante il servizio di navigazione del Lago Maggiore, con attracco dei battelli di linea in corrispondenza del lungolago.

Fonte: ilturista.info

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 09/12/2010 @ 16:39:35, in ro - TV Network, read 1932 times)

In emisiunea aceasta Mircea Badea va vorbi:

- despre politia romana care condamna „spiritul civic” al romanilor care vor sa aplaneze un conflict;

- despre fiul deputatului Sorina Placinta care este acuzat de tentativa de omor si ultraj contra bunelor moravuri dupa ce si-a batut prietena in strada si a calcat cu masina un trecator ce a intervenit;

- despre fondatorul WikiLeaks, Julian Assange.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

"Magistratii de la Curtea de Apel Suceava au dispus ca angajatii Spitalului Judetean Mavromati Botosani sa beneficieze de drepturi salariale integrale, informeaza Agerpres.
Sindicatul TESA din cadrul Spitalului Judetean a obtinut in instanta suspendarea aplicarii Ordinului 1933/ 2010 a ministrului Finantelor Publice pentru aprobarea Normelor metodologice privind virarea la bugetul de stat a sumelor rezultate prin reducerea drepturilor salariale pentru personalul institutiilor prevazute la articolul 3 din Legea nr. 118/2010 privind unele masuri necesare in vederea restabilirii echilibrului bugetar.


Astfel, sindicatul a dat in judecata Guvernul, Ministerul Finantelor si Ministerul Sanatatii, cerand sa renunte la reducerea cu 25% a salariilor pentru cei aproximativ 1.000 de salariati, pe motiv ca acestia nu fac parte din categoria personalului bugetar.
Insa, Curtea de Apel Suceava a admis cererea sindicatului si a suspendat executarea Ordinului 1933 pana la pronuntarea pe fond a instantei. Sentinta este executorie si poate fi atacata cu recurs in termen de cinci zile.
"Noi nu ne incadram in categoria personalului bugetar. Noi suntem prestatori de servicii, iar veniturile noastre nu provin de la bugetul de stat, ci din serviciile prestate pentru Casa de Asigurari de Sanatate", a declarat liderul Sindicatului TESA, Victor Nitu."

Aceasta este stirea de pe paginamedicala.ro si link-ul direct la pagina cu stirea: paginamedicala.ro

Asta este ce trebuie sa facem toti.

Guvernul actual, condus direct prin interventia lui Basescu si a clanului PDL, incalca legea indirect, prin contributia Managerilor actuali ai spitalelor si de CAS, alesi tot politic, iar guvernarea actuala este astfel penala si mai penali sunt toti lacheii prin care guvernarea actuala scoate castanele fierbinti.

Guvernarea actuala este o organizatie criminala organizata si toti managerii actuali de spitale care accepta masurile ilegale sugerate de Basescu si banda sa mafiota, pentru a pupa undeva organul care i-a facut directori pe niste incompetenti si inconstienti si hoti, sunt cu totii mai rai decat tutorii lor.

O sa vina nota de plata pentru toti.

O asa denaturare a adevarului si o asemena impostura nu a mai pomenit Romania nici pe vremea fanariotilor, nici pe vremea sovieticilor, nici in cea a lui Ceausescu.

Romania poate sa isi faca parastasul deja, nu va inteleg dragi colegi cat mai trebuie sa indurati ca sa intrati in actiune. Nici un calcul actual nu mai este valabil si oricat credeti ca nu vi se va intampla nimic, astia nu se opresc din distrugere atata timp cat tacem si inghitim si ne lasam santajati.

Astia nu se vor opri din distrugere pana cand nu iese cu varsare de sange.

Toate socotelile noastre de acum cu privire la viitor nu se vor mai potrivi cu evolutia lasata in mana nenorocitilor care conduc acum Romania.

APEL CATRE TOTI MEDICII SI SUGESTIE CATRE TOTI BUGETARII: dati in judecata managerii incompetenti care isi platesc ocuparea postului prin scoaterea castanelor fierbinti si aplicarea sugestiilor ilegale ale presedintelui si bandei PDL.
Eu, ca medic, m-am saturat de scris de 3 ori medicatia zilnic si de scris retete pentru pacientii internati si sa tremur daca ajung in situatia ca pacientul sa aibe nevoie de medicamente sau alte material sanitare si ce ma fac daca apartinatorul nu mai are bani si de medicamentul cutare sau analiza cutare etc. Statul roman deturneaza actual banii de sanatate, CAS nu-si poate indeplini datoria fata de asigurat si este datoare spitalului, asiguratului medical si prestatorului de servicii medicale, a bagat in faliment spitalul si farmacia si Romania. Hai sa oprim asta. Fara actualii manageri de spitale, CAS, MS, Comisia din Parlament pentru sanatate, din care fac parte si ceva doctori, crima asta nu ar fi posibila. Hai sa terminam cu aceasta si sa prevenim urmatoarele victime ale acestori criminali in serie.
Justitia este inca cu noi, v-o spun asta si am incredere in justitie, politie, profesori, preoti si medici si putem sa ne revenim singuri daca facem ce trebuie.

Autor: Dr. Cacovean Adrian - Medic Primar Chirurgie Cardiovasculara - Doctor in Stiinte Medicale

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

E’ il comune più meridionale del Friuli Venezia Giulia, unico frammento dell’Istria insieme al comune di San Dorlingo ad essere rimasto all’Italia dopo i trattati di Parigi e di Osimo, del 1947 e 1975. E’ Muggia, in dialetto triestino Muja, una cittadina italiana di quasi 14 mila abitanti che si sporge sul versante settentrionale dell’omonimo promontorio, separata da Trieste dalle acque del Vallone di Muggia.

Decorata per la Guerra di Liberazione, insignita della medaglia d’argento al valore militare per i sacrifici compiuti dai suoi cittadini, e per la partecipazione alla lotta partigiana fino alla fine della seconda guerra mondiale, Muggia subì le prime amputazioni territoriali dopo il trattato di pace del 1947. Se si considera che attualmente il territorio comunale ha un’estensione di 13 km², si deduce che la città perse in quel periodo circa la metà del territorio originario.

Dopo anni di difficoltà, legate agli esiti della guerra e alla sua posizione di confine, la Muggia di oggi è una località rinata, che punta tutto sul commercio e sul turismo: ottimo punto di partenza per visitare una regione ricca di storia, ma anche per spingersi verso l’Istria e la Croazia, Muggia è un compromesso vincente tra mare e montagna, cultura e divertimento, dove non mancano piccoli gioielli storico-artistici e tante tradizioni affascinanti.

Da vedere, ad esempio, il Parco Archeologico di Muggia Vecchia, creato alla sommità del Colle Muggia, dominato da una bella chiesetta intitolata a Maria Assunta: questo è l’unico edificio superstite dell’abitato medievale, testimone prezioso di un tempo lontano ma ancora magico. Le prime notizie sulla chiesa risalgono al XIII secolo, ma la realizzazione dell’edificio affonda le radici qualche secolo prima, probabilmente nel X secolo. Divisa in tre navate per mezzo di archi, che poggiano su una serie di pilastri, la costruzione presenta varie cappelle al culmine delle navate laterali. Da vedere in particolare gli affreschi del XIV e XV secolo. Altri resti medievali del borgo sono emersi dagli scavi archeologici, come un tratto di strada costellato di case: da un lato si colgono le vestigia di case poggiate alle mura di cinta, e un’abitazione conserva tuttora i resti del piano superiore, raggiungibile per mezzo di una scala interna in muratura: si trattava probabilmente della sede dell’officina di un fabbro.

Ma gli edifici più interessanti di Muggia sono il Castello e il Duomo. Il Castello di Muggia è un maniero affacciato al porto, proprietà dello scultore Villi Bossi e di Gabriella, sua moglie, aperto al pubblico in occasioni speciali per lo svolgimento di eventi culturali e musicali. La prima parte dell’edificio ad essere costruita fu una torre, fatta realizzare dal Patriarca di Aquileia Marquardo nel 1374, poi vennero aggiunti un quadrilatero e delle torri di guardia in pietra, per ospitare una guarnigione di soldati. Il primo progetto di restauro fu avviato nel 1701, ad opera del conte Giovanni Polcenigo, ma partì solo nel 1735 per volere del governo veneziano. Caduto in uno stato di degrado nell’Ottocento, il maniero fu riportato allo splendore di un tempo all’inizio del Terzo Millennio.

L’imponente Duomo di Muggia è invece un’elegante costruzione bianca, dedicata ai Santi Giovanni e Paolo, con una facciata dalle linee sinuose dominata da un rosone prezioso, che sembra fatto di pizzo.

Se vi state chiedendo qual è la stagione migliore per scoprire le meraviglie di Muggia, sappiate che il clima locale è generalmente piacevole, caratterizzato da temperature miti in ogni momento dell’anno. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di 3°C a una massima di 7°C, mentre in luglio e agosto oscillano tra i 20°C e i 28°C. Le precipitazioni si distribuiscono in maniera abbastanza equilibrata nell’arco dell’anno, ma il mese più colpito è novembre, con una media di 114 mm di pioggia.

Se i dati climatici non vi bastano per scegliere il periodo del vostro soggiorno, potete scegliere di visitare Muggia nel momento più vivace: in febbraio si svolge qui il famoso Carnevale Muggesano (Carnevale di Mujia), che secondo alcune fonti risalirebbe addirittura al XV secolo. Da quel momento le caratteristiche della festa sono mutate al passo coi tempi, ad esempio sono scomparsi gli spettacoli improvvisati e gli scherzi satirici, ma si sono diffusi sempre di più i carri allegorici e le maschere tradizionali. Oggi si tiene anche un concorso a premi per i carri più belli e i costumi più originali, che sfilano per le vie cittadine e si fanno ammirare dalla folla in festa.

Una volta scelto il periodo più indicato per la vacanza basterà pianificare il viaggio sino a Muggia, scegliendo tra le varie possibilità. Chi viaggia in auto può prendere l’autostrada A4 Venezia-Trieste: da qui si può uscire a Sistiana, passando per la via panoramica Costiera poi attraversando il centro di Trieste, per seguire le indicazioni fino a Muggia; in alternativa si può incontrare sull’autostrada fino alle indicazioni per Muggia: quest’ultima è la strada più comoda e veloce, nonostante sia meno suggestiva della prima.

Chi sceglie il treno dovrà arrivare a Trieste e dalla stazione prendere la linea di autobus numero 20, che in mezz’ora conduce direttamente a destinazione. Trieste è collegata a Muggia anche tramite la linea marittima di traghetti, che partono circa ogni ora. Infine l’aeroporto più vicino è quello di Trieste, che garantisce collegamenti diretti giornalieri con le città principali italiane, e con gli aeroporti di Monaco di Baviera e Londra.

Fonte: ilturista.info

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

... CONTINUES.

The isolation is helped to a degree by simply communicating to the youngster that someone else understands the issues that he/she is grappling with. Even though your experience is not exactly the same as mine, I feel far less alone if I know that you have had experiences that are reasonably similar. This is why relationships are so extremely important in the long-term adjustment of gifted children (Webb, Meckstroth and Tolan, 1982).

A particular way of breaking through the sense of isolation is through touch. In the same way that infants need to be held and touched, so do persons who are experiencing existential aloneness. Touch seems to be a fundamental and instinctual aspect of existence, as evidenced by mother-infant bonding or "failure to thrive" syndrome. Often, I have "prescribed" daily hugs for a youngster suffering existential depression and have advised parents of reluctant teenagers to say, "I know that you may not want a hug, but I need a hug." A hug, a touch on the arm, playful jostling, or even a "high five" can be very important to such a youngster, because it establishes at least some physical connection.

The issues and choices involved in managing one's freedom are more intellectual, as opposed to the reassuring aspects of touch as a sensory solution to an emotional crisis. Gifted children who feel overwhelmed by the myriad choices of an unstructured world can find a great deal of comfort in studying and exploring alternate ways in which other people have structured their lives. Through reading about people who have chosen specific paths to greatness and fulfillment, these youngsters can begin to use bibliotherapy as a method of understanding that choices are merely forks in the road of life, each of which can lead them to their own sense of fulfillment and accomplishment (Halsted, 1994). We all need to build our own personal philosophy of beliefs and values which will form meaningful frameworks for our lives.

It is such existential issues that lead many of our gifted individuals to bury themselves so intensively in "causes" (whether these causes are academics, political or social causes, or cults). Unfortunately, these existential issues can also prompt periods of depression, often mixed with desperate, thrashing attempts to "belong." Helping these individuals to recognize the basic existential issues may help, but only if done in a kind and accepting way. In addition, these youngsters will need to understand that existential issues are not ones that can be dealt with only once, but rather ones that will need frequent revisiting and reconsideration.

In essence, then, we can help many persons with existential depressions if we can get them to realize that they are not so alone and if we can encourage them to adopt the message of hope written by the African-American poet, Langston Hughes:

Dreams

Hold fast to dreams, 
For if dreams die,
Life is a broken-winged bird
That cannot fly.

Hold fast to dreams. 
For if dreams go, 
Life is a barren field 
Covered with snow
.

- Langston Hughes

References

Dabrowski, K. (1966). The Theory of Positive Disintegration. International Journal of Psychiatry, 2(2), 229-244.

Halsted, J. (1994). Some of My Best Friends Are Books: Guiding Gifted Readers from Pre-School through High School. Scottsdale, AZ: Great Potential Press, Inc. (Formerly Ohio Psychology Press).

Webb, J. T., Meckstroth, E. A. and Tolan, S. S. (1982). Guiding the Gifted Child: A Practical Source for Parents and Teachers. Scottsdale, AZ: Great Potential Press, Inc. (formerly Ohio Psychology Press).

Yalom, I. D. (1980). Existential Psychotherapy. New York: Basic Books. 

Source: giftedbooks.com

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 09/12/2010 @ 08:00:57, in ro - Stiinta si Societate, read 1443 times)

 Dupa ce teoria „generatiei spontanee”, care sustinea ca viata ar fi aparut pe Terra din materii minerale sau organice, s-a dovedit a fi neintemeiata, savantii au inceput sa fie tot mai mult incredintati ca primele entitati vii de pe planeta noastra ar fi venit din imensitatea spatiului, fie ca atare, la „bordul” unor asteroizi ori comete, fie sub forma unor compusi chimici care, beneficiind aici de conditii favorabile, au generat forme biologice primitive. Recent, o simulare efectuata pe computer de catre specialistii americani, pare sa certifice faptul ca intr-adevar, germenii vietii pe planeta albastra au fost semanati din Cosmos...

Acesti germeni ai vietii s-ar fi putut afla in norii de molecule de adenina, un component de baza al ADN-ului. Adenina se poate forma si supravietui in conditiile aspre existente in spatiu si s-ar putea raspandi pe planete pe masura ce stelele in jurul carora ele orbiteaza, calatoresc printr-o galaxie. „In spatiu este posibil sa existe doar cateva molecule de adenina pe metru patrat, dar de-a lungul milioanelor de ani s-ar fi putut acumula suficient de multe molecule pe o planeta incat sa deschida drum formelor primitive de viata”, spune Rainer Glaser, specialist in chimie moleculara la Universitatea Missouri-Columbia.

Adenina poate fi fabricata oriunde in Sistemul Solar

Adenina este una dintre cele patru „litere” care compun alfabetul ADN, care inmagazineaza codul genetic al oricarui organism viu. Glaser spune ca ideea ca moleculele organice mari, compuse din doua inele, precum adenina, sa se fi format in spatiu, pare scandaloasa, dar noile indicii puse in evidenta de specialisti par sa lase deschisa aceasta posibilitate.

 „Este foarte posibil sa gasim molecule mari in meteoriti, inclusiv adenine”, crede Glaser. „Stim ca adenina poate fi fabricata oriunde in Sistemul Solar, prin urmare nu vad de ce unii cred ca ar fi imposibila crearea acestor caramizi ale vietii undeva, in praful interstelar”. Folosind simularea pe computer a vidului inghetat din spatiu, Glaser si colegii sai au descoperit ca cianida de hidrogen (HCN), un gaz frecvent intalnit in Sistemul Solar, poate fabrica adenina, fiind un material de baza in producerea acesteia: micile molecule se imbina in lanturi ordonate si apoi genereaza „inele”.

Desi primul dintre aceste inele necesita o cantitate infima de energie din partea unei stele, pentru a se forma, Glaser afirma ca inelele urmatoare ale moleculei se autoasambleaza, fara nici un fel de ajutor extern. „Este remarcabil ca am putut pune in evidenta ca o reactie de acest gen, pentru producerea caramizilor vietii, nu necesita decat o infima energie de activare. Daca aceasta reactie se realizeaza in spatiu, avantajul pare imens, intrucat de obicei este necesara o perioada lunga de timp pentru ca o molecula sa fie impulsionata de o raza de lumina”.

Glaser mai dezvaluie ca, potrivit acelorasi simulari, forma de inel a adeninei o ajuta sa absoarba si sa elimine orice energie suplimentara fara sa se fragmenteze; adenina devine astfel suficient de stabila pentru a forma nori concentrati prin care planetele, in miscarea lor orbitala, trec adesea. De aici, este foarte simplu de explicat cum adenina poate da nastere unor forme primitive de viata, in contact cu conditiile favorabile care trebuie sa existe la suprafata acelei planete – in primul rand existenta apei in stare lichida si a unei atmosfere cel putin primitive, asa cum a fost cazul Pamantului de acum cateva miliarde de ani.

„Pana acum, discutiile despre originea vietii se rezumau la ideea unei supe primordiale, formate la suprafata planetei. Dar recentele descoperiri ale unor planete ce graviteaza in jurul unor stele indepartate au fost de natura sa schimbe aceasta optica. Chimia spatiului nu este cea cu care noi suntem obisnuiti. Ar trebui sa avem o abordare mai vasta.”

Si Antonio Lazcano, un biolog evolutionist de la Universitatea Nationala Autonoma din Mexico City, care studiaza originile vietii de peste trei decenii, este de acord ca teoria propusa de Glaser pare viabila. „Stim deja ca cianida de hidrogen abunda in norii interstelari si n-ar fi exclus ca aceasta substanta sa fi fost adusa pe Pamant de catre comete sau meteoriti. Sunt convins ca intr-o zi, ceea ce noi astazi propunem ca teorie, va fi demonstrat si in practica, atunci cand mijloacele de detectie vor fi suficient de puternice sa puna in evidenta adenina, in norii interstelari”, sustine Lazcano.

GABRIEL TUDOR - magazin.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Wikileaks founder, Julian Assange, arrived on Tuesday where many of those affected by the revelations he published wanted him to be: in the hands of police. And that happened after the Swedish justice heeded pretty strange accusations made by two women whose activity put a lot of questions about the veracity of the facts claimed. The same Swedish court which issued an arrest warrant for Julian Assange for "sex by surprise", granted political asylum to the MISA leader, Gregorian Bivolaru, when he was investigated in Romania, among other things, for sexual perversion, sexual intercourse with a minor and trafficking of minors.

If last week Wikileaks founder was accused of "sex by surprise", the Swedish justice came back saying that, in fact, the statements of one of the women were poorly written. It seems that the crime of "sex by surprise" was the result of a condom that broke. Despite this, the founder of Wikileaks continued intercourse. Normally, for "sex by surprise" the Swedish law amends the guilty with 5,000 crowns (about $ 715).

But yesterday, when he presented at a London Police Headquarter, Julian Assange that had issued an international warrant on his name was arrested and found out that he must answer four counts of accusations: one for restraint, two for violent sex and one for rape.

On August 20, the Swedish women complained to the police accusing Assange of rape and sexual assault. In a note addressed to the Swedish newspaper Dagens Nyheter, founder of Wikileaks denied the allegations, saying that he was never contacted by the police, and that on August 21 he was exempted by the Prosecution.
Assange was known at that time for making public a secret video recording of an U.S. attack in Baghdad, were many innocent civilians were killed. One of the women who accused Assange is Anna Ardin, a controversial feminist militant linked to notorious CIA operative. She is best known for writing a handbook on how women should take legal revenge on men and undermine a sexual relationship in seven stages. The other swedish woman says that the alleged facts happened during a threesomes in which she has been involved with Assange and, apparently, with Anna Ardin.

Assange said that it was consensual sex and the women's allegations are false; it is the first shot below the belt that he expected from those troubled by his revelations.

Tough with the founder of Wikileaks, which put fear into the americans, the swedish justice was particularly sympathetic to the romanian "guru" Bivolaru. Sweden refused to extradite Gregorian Bivolaru when asked by Romania in 2005. And it was not even remotely accused of "sex by surprise" but sexual perversion, sexual intercourse with a minor, trafficking with minors, human trafficking and illegal immigration. Bivolaru's orgies only brought him protection from Sweden and... political asylum.

Ford Turani for TurismoAssociati.it

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 08/12/2010 @ 12:00:09, in it - Scienze e Societa, read 2555 times)

Gli abitanti sono appena 200, eppure non siamo in un paese delle fiabe, né in uno scenario sperduto e dimenticato dal mondo. Al contrario: in estate e in inverno, a godere delle sue meraviglie, accorrono alcune migliaia di visitatori che rendono il borgo vivace e ridente, trasformandolo in una località turistica con i fiocchi. Siamo a Lurisia Terme, frazione di Roccaforte Mondovì in provincia di Cuneo, nella parte meridionale del Piemonte.

 

Appollaiata a 720 metri di quota, Lurisia è protetta dalla sagoma imponente del Monte Pigna, vetta delle Alpi Liguri, che raggiunge i 1768 metri. Lo scenario che l’abbraccia è mutevole e affascinante, ricco di sfaccettature ma sempre degno di ammirazione: in inverno le conifere fanno capolino dal manto nevoso, costellando le montagne come vedette fruscianti; in estate le nevi si sciolgono e scoprono il verde fragrante dei prati, che incoraggia a passeggiare.

Ma l’attrazione più nota di Lurisia Terme, come suggerisce il nome, è lo stabilimento termale: convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale, il complesso fa da centro salute e centro benessere, e partecipa all’attività di imbottigliamento dell’acqua minerale Lurisia. Nato negli anni ’40 del Novecento, l’Istituto Idrotermale è incastonato nel paesaggio lussureggiante del Monregalese, e ha da sempre attirato importanti figure del mondo politico, artistico e sociale italiano. Oggi vive una rinnovata vitalità: in un ambiente confortevole e curato, a metà strada tra le montagne e la costa ligure, troverete un rifugio di serenità.

 

Le fonti utilizzate dal centro sono due, la Fonte Garbarino e la Santa Barbara. L’acqua della Garbarino, un vero e proprio farmaco naturale, viene utilizzata solo dietro prescrizione medica, dopo aver effettuato una visita al momento dell’accettazione nel reparto; la seconda è invece un’acqua molto leggera, minimamente mineralizzata, dalle proprietà diuretiche e depurative. Fangoterapia, balneoterapia, idropinoterapia, cure inalatorie e ginecologiche sono i principali trattamenti di cui si può beneficiare, oltre alle sedute dedicate al benessere e alla bellezza.

Se si visita Lurisia in inverno non ci si può limitare al relax: sarebbe un peccato trascurare le emozioni offerte dalle montagne circostanti, con le loro discese mozzafiato e gli scorci panoramici da vertigine. A breve distanza dal centro cittadino, infatti, si incontra la stazione sciistica di Lurisia Monte Pigna, molto amata dai turisti liguri e non solo, dove 40 km di piste sono accessibili mediante 5 skilift e una seggiovia. Tra le valli Ellero e Pesio, dagli 837 metri ai 1768 metri del Monte Pigna, si snodano le discese per sciatori e snowboarder, la cui esposizione a nord-ovest garantisce un abbondante tappeto di neve. Per i fondisti ci sono 2 chilometri di percorsi spettacolari, affacciati sulle gole imbiancate delle Alpi Liguri.

 

Ma una vacanza a Lurisia è anche scoperta, curiosità, cultura: nei dintorni del paese si incontrano alcuni gioielli naturalistici preziosi, come le Grotte di Bossea, dei Dossi e del Caudano, le splendide valli monregalesi e il Parco Naturale dell’Alta Valle Pesio e Tanaro.

 

Tra le meraviglie storico-artistiche c’è la Certosa di Pesio, che si erge maestosa nei pressi del confine francese, poco prima che la Valle Pesio si chiuda. Con più di otto secoli di vita alle spalle, in cui ha rivestito un ruolo centrale nella cultura e nella religione del nord d’Italia, la Certosa è agghindata da una natura rigogliosa ed è introdotta da un portale settecentesco invitante, di elegante fattura. Il porticato barocco, il piccolo chiostro e il chiostro cinquecentesco di maggiori dimensioni, gli affreschi pregiati e la chiesa superiore sono solo alcuni dei gioielli che custodisce.

 

Da vedere anche il Santuario di Santa Lucia, a pochi chilometri da Lurisia, in direzione Villanova Mondovì. Una facciata alta e bianca, abbarbicata sul ripido versante del Monte Calvario, che nasconde la caverna naturale con il santuario, dedicato alla santa protettrice della vista. Dopo questa incursione nei dintorni vale però la pena di tornare nel cuore di Lurisia, per un ultimo immancabile appuntamento: quello con la tradizione, il folclore e l’ospitalità dei cittadini locali. A tal proposito si può prendere parte a una delle numerose manifestazioni organizzate durante l’anno in paese, come la

Festa estiva di Lurisia Terme, i “martedì del liscio” e l’evento di ottobre “castagne e musica”.

 

Il tutto condito con un clima piacevole e piuttosto mite, con estati calde ma mai afose, adatte alle passeggiate tra i monti, e inverni freddi ma non troppo rigidi. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, vanno da una minima di 2°C a una massima di 5°C, mentre in luglio si passa dai 17°C ai 27°C. Le precipitazioni sono più diffuse nel periodo autunnale: il mese più colpito, con una media di 107 mm di pioggia, è ottobre, contro i soli 43 mm di luglio.

Se avete voglia di sport invernali adrenalinici ma anche di relax e di pace, se sognate le atmosfere frizzanti delle montagne ma amate il comfort e l’accoglienza di un borgo grazioso, non vi resta che fare i bagagli e dirigervi verso Lurisia Terme. Per arrivare in auto dovete percorrere l’autostrada A6 Torino-Savona, uscire a Mondovì e percorrere la provinciale per Villanova Mondovì finché non incontrate le indicazioni per Lurisia.

 

Se preferite il treno, le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Mondovì e Cuneo: se scendete a Mondovì potete proseguire con l’autobus o con un taxi, per un viaggio di circa 20 minuti; da Cuneo invece non ci sono autobus, ma con un taxi potrete arrivare a destinazione in una mezz’ora. Per chi viaggia in aereo gli aeroporti più vicini sono quelli di Cuneo, Torino e Genova, rispettivamente a 39 km, 122 km e 125 km.

Fonte: ilturista.info

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 08/12/2010 @ 10:15:02, in en - Global Observatory, read 1962 times)

Image

AUSTRALIA: Discussion: Julian Assange, Law & Politics

Melbourne: A meeting to discuss Wikileaks' Julian Assange's legal and political position
Speakers: Julian Burnside AO QC, Peter Gordon, John Faine and Professor Spencer Zifcak
Date: Thursday 9 December 2010
Time: 5:30pm
Venue: the Law Institute of Victoria, 470 Bourke St, Melbourne
Details: http://www.law.monash.edu.au/castancentre/events/index.html

AUSTRALIA: National rallies to defend Julian Assange and WikiLeaks

Media release: http://wlcentral.org/node/556

Sydney: Friday, December 10, 1pm at Sydney Town Hall. Media contacts: Antony Loewenstein 0402 893 690; Simon Butler 0421 231 011. Rally information: Kylie Gilbert 0451 827 693
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=161656067211736

Melbourne: Friday, December 10, 4:30pm at the State Library Lawns, Melbourne. Contact: Vashti Jane 0423 407 910.
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=182297491780623

Brisbane: Thursday, December 9, 5.30pm Brisbane Square CBD
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=153885131325141

Brisbane: Friday, December 10, 12 noon at the Department of Foreign Affairs & Trade, 295 Anne Street, Brisbane CBD
Rally information: Liam Hanlon 0435 266 613. Media contact: Jim McIlroy 0423 741 734
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=153885131325141&index=1#%21/event....

Hobart: Saturday, December 11, noon at the Hobart Parliament Lawns
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=171620612868329

Adelaide: Sunday, December 12, 1:00pm at Parliament House.
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=182236928453862

UNITED KINGDOM

London: Saturday, December 11: 11:00am - 6:00pm Location "Cumberland Gate" at Marble Arch Hyde Park. Nearest tube station - Marble Arch
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=175481195812657

UNITED STATES

Washington, DC: In front of the White House, Thursday, December 16, 10:00am
Event details: http://www.zcommunications.org/with-wikileaks-revelations-peace-communit...

New York, NY: Thursday, December 9th, 6:30pm - 0:30am
Location: New York Times Bldg, New York, NY 10018
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=155203287858724

Olympia, WA: Saturday, December 18th, 1:00pm - 4:00pm
Location: Heritage Park (5th Ave and Water St)
Event page: http://www.facebook.com/pages/Wikileaks-Support-Rally-Olympia-WA/1747382...

GERMANY

Hamburg: Saturday, December 11, 11:00am - 6:00pm
Location: To be announced
Event page: http://www.facebook.com/event.php?eid=112899808778406

CANADA

Montreal: Sunday, December 12th, 1:00pm
Location: 1155 St-Alexandre Street (US consulate)

AUSTRIA

Vienna: Wednesday, December 22th, 8:00pm – 10:00pm
Location: In front of the Parliament
Event page: http://www.facebook.com/pages/Demonstrations-for-freedom-of-speech-Wikil...

WikiLeaks protest group on Facebook: http://www.facebook.com/pages/WikiLeaks-Protests/146607388723655?v=wall

Are you organizing an event? Please contact us at admin@wlcentral.org and we will be happy to promote it!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 5760 persone collegate

< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Titolo
en - Global Observatory (605)
en - Science and Society (594)
en - Video Alert (346)
it - Osservatorio Globale (503)
it - Scienze e Societa (555)
it - Video Alerta (132)
ro - Observator Global (399)
ro - Stiinta si Societate (467)
ro - TV Network (149)
z - Games Giochi Jocuri (68)

Catalogati per mese - Filed by month - Arhivate pe luni:

Gli interventi piů cliccati

Ultimi commenti - Last comments - Ultimele comentarii:
Hi, it's Nathan!Pretty much everyone is using voice search with their Siri/Google/Alexa to ask for services and products now, and next year, it'll be EVERYONE of your customers. Imagine what you are ...
15/01/2019 @ 17:58:25
By Nathan
Now Colorado is one love, I'm already packing suitcases;)
14/01/2018 @ 16:07:36
By Napasechnik
Nice read, I just passed this onto a friend who was doing some research on that. And he just bought me lunch since I found it for him smile So let me rephrase that Thank you for lunch! Whenever you ha...
21/11/2016 @ 09:41:39
By Anonimo


Titolo

Latest NEWS @
www.TurismoAssociati.it

Non-Hodgkin lymphoma cured by CANNABIS. The video of Stan and Barb Rutner.

Dr. Joycelyn Elders, U.S. surgeon general: Myths About Medical Marijuana in The Providence Journal, 2004.

Marihuana vindeca CANCERUL: marturii despre uleiul de cocos si canabis.

Yahoo Incorporated Mail. My account recovery information is incorrect. The Password Helper says my password can't be reset online. "First time signing in here?" message.

All information in a video about Donatio Mortis Causa and The Venus Project

What is TOR browser?

From Viet Cong to Team USA: Hanoi garment factory's Olympic transformation

U.S. diplomat vows to help South Korea, Japan resolve worsening dispute

War risk costs drag on UAE marine fuel sales, benefit Singapore: trade sources

Jeffrey Epstein's treatment is 'worse' because of his wealth, his lawyers say

Suu Kyi's bid to reform charter sparks rival protests in Myanmar

Making sense of chaos? Algos scour social media for clues to crypto moves

Ultimele articole - Antena3.roViorica Dancila i-a telefonat lui Klaus Iohannis. Ce i-a spus ?eful statului

Situa?ie revoltatoare în Vaslui! O batrâna a facut infarct dupa ce a fost pacalita prin metoda „Accidentul”

Noi informa?ii despre starea de sanatate a Cornelei Catanga

Adolescent de 14 ani, victima a fenomenului de bullying. Nu a mai suportat rautatea colegilor ?i a recurs la gestul extrem în fa?a tuturor

„M-a sarutat pasional, m-a luat de mâna ?i m-a dus în toaleta. Am facut dragoste ?i ne-am întors la masa ca ?i cum nimic nu s-ar fi întâmplat. Acolo era chiar iubita mea. Ma simt mizerabil ?tiind cine este acea femeie”

S-a întâmplat la Spitalul Militar din Capitala! E o raritate pentru medici! Avea aproape 5kg ?i pacientul 63 de ani! - FOTO





17/07/2019 @ 10:35:59
script eseguito in 1080 ms