Immagine
 Trilingual World Observatory: italiano, english, română. GLOBAL NEWS & more... di Redazione
   
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 

Scientists have discovered that a powerful chemical component of the illegal drug can regulate blood glucose levels.

The pill’s makers say the potential new treatment has shown “promising results” and could become a major new weapon in the fight against Type-2 diabetes.

A simple pill to tackle the condition will be welcomed by the millions already struck down by the illness.

Although the condition can be turned if people adopt simple lifestyle changes to help them lose weight, a revolutionary new treatment could help the thousands of patients who do not respond to the commonly used drug,
metformin.

Type-2 diabetes patients suffer from lack of insulin, the hormone which helps to control blood sugar levels.

While some can treat the Type-2 illness by making changes to diet, others have to take metformin.

However, this drug can become ineffective in the long term for many patients.

Usually, patients who do not respond to metformin alone are offered other drugs as well.

But these can lead to low blood sugar levels and weight gain putting patients at increased risk of heart attack and stroke.

Now, drug maker GW Pharmaceuticals has reported results from a phase two study which has shown its cannabis-based drug, known as GWP42004, has potential as a new treatment for Type-2 diabetes.

The study looked at a number of significant outcomes of the treatment in patients with the condition and showed consistent evidence of anti-diabetic effects.

Dr Garry Tan, consultant physician at NIHR Biomedical Research Centre in the Oxford Centre for Diabetes, Endocrinology & Metabolism, and the study’s principal investigator, said: “The positive findings from this
early stage exploratory study are very encouraging.

“If larger studies confirm these findings, GWP42004 would have the potential to offer a treatment option within one of the largest therapeutic areas where there still exist serious unmet medical needs.”

Source: Express.co.uk - Author: Jo Willey

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

By the looks of their home, Tony and Christine Clark are raising two rambunctious 7-year-old boys. Model train tracks and Monopoly pieces are scattered on tables and cartoons flicker on the TV set.

But the Clarks' two sons are grown men who share only the same interests and emotional fluctuations of little boys. Like the character portrayed by Brad Pitt in the 2008 film "The Curious Case of Benjamin Buttons," Matthew, 39, and Michael, 42, are aging backwards.

Diagnosed with a terminal form of leukodystrophy, one of a group of extremely rare genetic disorders that attack the Myelin, or white matter, in the nervous system, spinal cord, and brain. In the Clarks' case, the condition has not only eroded their physical capacities, but their emotional and mental states as well.
Only six years ago, both brothers were holding down jobs and growing their families. Today, they spend their days in the care of their parents, both in their sixties, playing with Mr. Potato Head, fighting over Monopoly, and in rare lucid moments, struggling to understand why their lives have changed so dramatically.

Before the Clark Brothers were diagnosed, they were living independent lives. Michael served in the Royal Air Force and later became a cabinet maker. Matthew worked in a factory and was raising a teenage daughter. Tony and Christine, meanwhile, had retired and moved from the UK to Spain. Then in 2007, both of their sons fell off the radar. They stopped returning their parents' calls and texts, and as the Clark brothers' conditions developed, their lives fell apart.

Should parents get their kids' genome sequenced?

Michael surfaced in a soup kitchen, and was referred to medical experts by social workers. After an MRI scan, he was diagnosed with the incurable degenerative disorder. Soon after Matthew received the same news. In the U.S. alone, about 1 in 40,000 children are born with a form of the neurodegenerative disease, according to Dr. William Kintner, President of the United Leukodystrophy Foundation. While some forms of the disorder are potentially treatable if discovered in the earliest stages and not all cause an emotional regression, the brothers are unlikely to be cured. "It's very difficult to do anything once progression has occurred," Dr. Kintner tells Yahoo! Shine.

With their train set.(Courtesy of Channel4)

As of April, when the Clarks were first written about in the British press, their mental age was 10.
"We will be out walking and things which might interest a toddler interest them, the other day we were walking home when Michael saw a balloon and pointed it out to us," father Tony Clark, told The Telegraph last spring.
Today, the brothers are even younger mentally.
"Just like small children, they wake up a lot during the night," mom Christine said in an interview published in The Independent this week. "I was up seven times with them last night."
After learning of their diagnoses, Tony and Christine returned to the UK and moved in with their sons. Their daily struggles as a family have been chronicled in a British documentary, "The Curious Case of the Clark Brothers," airing Monday in the UK.

Earlier this year, Matthew became a grandfather, when his daughter had a son. But the news for the family was bittersweet, as the Clark brothers' mental age continued to creep backwards.
"There's no return to them being cute little boys," said Christine, who regularly manages their tantrums and fights over Monopoly. "They're big strong men—and that presents a quite different set of problems."
More recently, even their physical strength began deteriorating.
"A few weeks ago, they could still manage with a knife and fork, but now that's getting too difficult for them—they get the food onto their forks, but somehow it all falls off before it reaches their mouths," she said.

Donors and genetic disorders: how much do you know?

Now walking is the next hurdle; Matthew is already confined to a wheelchair.

"The likelihood that they're on a terminal course is fairly certain, but who knows?" says Dr. Kintner, who is familiar with the Clark case but didn't meet the brothers. "If they were citizens of U.S., we'd try to get them to the National Institute of Health for diagnostic work, but in the UK the system is different. There is no comparable organization with genetic diseases, so it's a little more difficult there."

Dr. Kintner estimates there are several million cases of one of the estimated 40 types of leukodystrophies in the U.S., but an exact number is hard to pinpoint. The different forms of the disorder are still being identified and tests for each known type are still being developed. "It's going to take a long time," says Dr. Kintner. "I hope in my lifetime I see a cure for some of them."


A preview for the British documentary on the Clark Brothers airing on the UK's Channel 4.

Source: yahoo.com

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Departamentul de criminalitate economica al Ministerului de Finante de la Atena investigheaza un caz de evaziune fiscala in care sunt implicati doi mitropoliti ai Bisericii Ortodoxe a Greciei care au in conturi "zeci de milioane de euro", bani proveniti inclusiv din donatii.

Autoritatile elene au descoperit ca mitropolitii Chrisostomos de Peristeri si Kirillos de Thessaliotida, Fanari si Pharsalos au "zeci de milioane de euro" in conturile bancare, scrie publicatia locala Ethnos, citata de RIA Novosti.

Banii, proveniti din donatii, chirii percepute pentru proprietati imobiliare si investitii, au fost plasati si in conturi ale rudelor, investigate, de asemenea, de autoritati.

Anchetatorii au informat ca detin o lista cu zeci de oficiali ai Bisericii si preoti care au peste 100.000 de euro in conturi din Grecia sau din afara tarii, potrivit Ethnos.

Sursa: bzi.ro

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

LA VERITA' SU COME CI HANNO ROVINATI E' QUI....

------------------------------------------------------------

L'AVVOCATO PAOLA MUSU :

l'intera classe politica ha tolto di proposito ogni tipo di
SOVRANITA' AL POPOLO per cederla ai POTERI FORTI FINANZIARI
che ora MONTI rappresenta in pieno.
E l'intera classe politica si adopera in un teatrino di alleanze
e nuovi programmi, quando sanno benissimo,
che all'Italia, agli Italiani è stata TOLTA anche la Sovranità Politica,
quella che LORO hanno ceduto senza che il cittadino lo sapesse.
L'uscita dall'Euro e le Bugie dei Politici....è invece la salvezza del Popolo.

http://youtu.be/5BzrhXNtDXM

_______________________________________


Come è stata creata la Truffa della CRISI
attraverso il GOLPE EUROPEO
e come risolverla ....spiegata in 13 minuti !


http://youtu.be/QTEIjXNoWOw

_______________________________________


< Il Fondo Salvastati/ESM/MES > < BENVENUTI ALL'INFERNO >

Una TOSSICA PRESA PER ...ULO visto che salverà le Banche e Distruggerà gli ultimi Italiani ancora in piedi economicamente .
Il Fondo Salvastati è un trattato con cui hanno tolto al POPOLO definitivamente ogni SOVRANITA' residua , sottratta prima col Trattato di Maastricht, poi con il Trattato di Lisbona
e la politica è divenuta di fatto solo un teatrino x il popolino, visto che ora a DETTARE LEGGE sempre e comunque, ...oltre la BCE, sarà L'ESM ente Finanziario totalmente Immune e i burattini della politica dovranno solo eseguire gli ordini, di tagliare, togliere al cittadino ed aumentare le tasse.
L'ESM è l'Equitalia Europea !
______________________________________


< Ecco come i MEDIA prendono PER I FONDELLI IL POPOLO >

Mica gli spiegano le regole d'ingaggio di questo GIGANTE MALVAGIO !
ilsole24ore.com

_______________________________________

CLICCA SUL LINK PER SAPERE LA VERITA' sulla TRUFFA:

link1

______________________________________

QUELLO CHE PUOI FARE TU CITTADINO X DIRE BASTA:

link2

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Partidul Democrat (PD), este important sa nu fie confundat cu omologul sau din România deoarece exista doar o asemanare de nume, cel italian fiind de centru-stânga a organizat alegerile interne pentru a fi ales de catre membrii si simpatizantii partidului, liderul acestuia si drept consecinta candidatul la presedintia consiliului de ministri al republicii italiene în cazul în care acest partid va câstiga alegerile parlamentare din primavara anului 2013.

Acest mod de a alege liderul partidului a fost initiat de PD în urma cu mai multi ani. Practic, exista posibilitatea ca membrii simpli si simpatizantii partidului sa voteze liderul acestuia. Este o forma de democratie directa care ar trebui sa fie inaugurata si de partidele noastre. Astfel vor fi evitate momentele penibile de tipul acelora care au permis alegerea lui Victor Ponta în fruntea PSD-ului în care diferiti lideri de filiale îsi negociau ca la usa corturilor voturile. O alta dovada a succesului acestui stil de a-si alege liderul este data de numarul foarte mare de participanti la sectiile de votare existente în filialele din întreaga Italie ale partidului, respectiv 9239. Conform informatiilor preluate din presa on.line din Italia pâna la ora 13:30 participasera la vot peste 1.500.000 de persoane, fiind asteptate pâna la ora 20:00, momentul închiderii sectiilor de votare aproximativ 4.000.000 conform organizatorilor.

Candidatii pentru acest post sunt: Pier Luigi Bersani (actualul lider al partidului), Matteo Renzi (primarul orasului Florenta), Nichi Vendola (presedintele regiunii Puglia), Bruno Tabacci (fost presedinte al regiunii Lombardia) si Laura Puppato (consilier în cadrul consiliului regional din Veneto).

Conform sondajelor de dinaintea votului favoriti sunt Pier Luigi Bersani si Matteo Renzi. Bersani reprezinta linia conservatoare a partidului si este sprijinit de toti liderii partidului, în timp ce Renzi, care este mult mai tânar, este sprijinit de tineri.

Vom vedea care vor fi rezultatele. Oricum, participarea masiva la aceasta actiune politica este o lovitura data liderului populist Beppe Grillo si miscarii acesteia care în ultimii ani a militat masiv pentru eliminarea „ vechii politici” reprezentata de liderii celei de-a doua Republici. Aceste alegeri reprezinta un test foarte important pentru viata democratica din peninsula, pe fondul violentelor de strada din ultima perioada datorate crizei economice care afecteaza din ce în ce mai mult bunastarea familiilor italiene.

Sursa: stelian-tanase.ro - Autor: SABIN DRAGULIN

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 08/12/2012 @ 04:06:03, in it - Scienze e Societa, read 1050 times)

Il Financial Stability Board (Fsb), l’istituto internazionale di coordinamento dei governi, delle banche centrali e degli organi di controllo per la stabilità finanziaria a livello globale, ha appena pubblicato un importante studio sul sistema bancario ombra, lo “shadow banking” mondiale. I risultati ci sembrano decisamente sconvolgenti.

Lo studio fatto sull’eurozona e su altri 25 paesi evidenzia che a fine 2011 ben 67.000 miliardi di dollari erano gestiti da una “finanza parallela”, al di fuori, quindi, dei controlli e delle regole bancarie vigenti.

http://ts4.mm.bing.net/th?id=I.4872675558687735&pid=15.1

La cifra complessiva è pari al 111% del Pil mondiale. E’ la metà delle attività bancarie globali ed è  circa un quarto dell’intero sistema finanziario.

In dieci anni è cresciuta di ben 41mila miliardi di dollari. Oggi supera il picco di 62mila miliardi raggiunto nel 2007 prima della crisi.

E’ più che mai allarmante il fatto che sia aumentata di oltre 7mila miliardi solo nel 2011! In barba a tutti i summit internazionali dedicati alla riforma della finanza speculativa! Ciò ovviamente conferma il sostanziale fallimento dei vari G8 e G20.

Il sistema bancario ombra è composto da tutte le transazioni finanziarie fatte fuori dalle regolari operazioni bancarie che, come noto, operano attraverso i conto correnti e con i risparmi dei cittadini e delle imprese.  Esse sono operazioni fatte da differenti intermediari finanziari, come certi hedge fund, fondi monetari e obbligazionari, certi fondi equity, broker dealer e soprattutto operatori collocatori di derivati finanziari. Sono tutte attività rigorosamente “over the counter” (otc), cioè stipulate fuori dai mercati borsistici e spesso tenute anche fuori dai bilanci.

Ma al di la degli aspetti tecnici e dei differenti settori economici di applicazione, si tratta di strumenti finanziari che creano forme di credito a lungo termine sulla base però di fondi a breve e brevissimo termine, che operano con una leva finanziaria pazzesca, spesso di parecchie centinaia di volte superiore al sottostante iniziale.

Lo studio indica anche come il cosiddetto “maturity/liquidity transformation”, cioè il difficile rapporto tra le scadenze di lungo termine di certe operazioni finanziarie e la necessità di trovare la liquidità a breve in caso di necessità, sia sempre stato e sia la fonte principale dell’attuale crisi sistemica.

Dei 67.000 miliardi, gli Usa ne gestiscono 23.000 mentre la zona euro 22.000. Ma è la Gran Bretagna che, non in termini assoluti ma in rapporto al suo effettivo e limitato potere economico, gioca la parte del leone con ben 9.000 miliardi. Si ricordi che il suo Pil è quasi un settimo di quello americano, ma manovra un volume più di un terzo delle operazioni ombra americane. Dopo la crisi lo “shadow banking” di Londra è cresciuto annualmente del 10%.

Un caso particolare tutto da studiare è quello dei Paesi Bassi che hanno visto un tasso di crescita del 45%. In verità la storia ci ha fatto conoscere un sistema bancario e finanziario “anglo-dutch” che ha sempre determinato gli assetti geopolitici e coloniali. Quindi non è un caso se oggi mette i bastoni tra le ruote dell’Unione europea, dell’euro e dei lavori della grande riforma finanziaria contro la speculazione.

Oltre alle sue gigantesche e documentate dimensioni, l’altro aspetto di grande preoccupazione del sistema bancario ombra è il suo rapporto con il sistema bancario ufficiale.

Noi possiamo affermare che il “sistema ombra” spesso è un’emanazione delle grandi banche internazionali che hanno interesse ad aggirare le regole e i controlli cui sono sottoposte.

Secondo noi lo “shadow banking” non è fatto da pirati completamente fuorilegge e contro ogni autorità preposta. I banchieri ombra sono forse più simili ai bucanieri “indipendenti”, come il noto Francis Drake che imperversava nei mari terrorizzando navi e mercantili, ma era al servizio della corona britannica.

Davvero disarmante è poi la parte dello studio del Fsb dedicata alle misure di riforma da intraprendere. Si è ancora in alto mare. Si parla di raccolta dati, di catalogare i vari intermediatori finanziari e le varie operazioni secondo i settori di intervento, ecc.

Questa situazione di incertezza evidentemente rivela la forte influenza della lobby dello “shadow banking” e delle grandi banche finanziarie. Non è tollerabile che a 4 anni dal fallimento della Lehman Brothers e dall’inizio della crisi sistemica non si sia fatto nulla per riformare la grande finanza.

Naturalmente non è colpa del Fsb e dei suoi analisti. E’ tutta colpa dei governi e della loro subalternità ai veri poteri forti della finanza mondiale.

Fonte: Arianna Editrice via cronachelodigiane.net

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, durante un’informativa in Senato sugli incidenti di mercoledì scorso scoppiati nelle manifestazioni contro l’austerity, ha detto che l’arresto differito è uno degli strumenti che il governo vuole emettere contro la violenza nelle piazze. Il ministro ha affermato che c’è una grande preoccupazione sulle possibili emergenze di ordine pubblico. «Ci stiamo preparando a momenti difficili, anche perché la situazione economica è difficile» ha dichiarato la Cancellieri. Agenzia Stampa Italia ha intervistato Marco Cedolin, blogger e scrittore che più volte si è occupato della questione.


E’ allarmante quanto «confessa» la Cancellieri. Lei cosa ne pensa?

A preoccuparmi non è tanto l'intenzione di applicare l'arresto differito anche a chi manifesta in piazza contro il regime. In realtà questo è già stato fatto da tempo, l'intero processo farsa imbastito contro i NO TAV della Val di Susa è partito attraverso decine di «arresti differiti», basati oltretutto su documentazioni filmate spesso pretestuose e largamente opinabili. Mi preoccupa piuttosto il fatto che un ministro dell'interno renda pubblica, senza alcun pudore, la sua intenzione di prepararsi a reprimere un'emergenza di ordine pubblico, determinata dalla terribile situazione economica creata nel paese dal governo di cui fa parte. Una constatazione del fatto che nei prossimi mesi in Italia la situazione non potrà che peggiorare ed il bastone sarà l'unica risposta che il regime è intenzionato a dare ai cittadini.


Il ministro ha anche aggiunto che sono in corso delle valutazioni per vedere se è possibile emettere il Daspo (Divieto di Accedere alle manifestazioni SPOrtive) alle persone che provocano scontri durante le proteste. Personalmente credo che lo stadio sia servito come «palestra» in prospettiva di questi scenari. E’ possibile?

Senza dubbio lo stadio ha costituito una palestra estremamente utile nell'ambito della sperimentazione delle tecniche di repressione più efficaci, sia dal lato operativo che da quello normativo. I «grandi successi» attribuiti dalla Cancellieri all'arresto differito e al Daspo non sono però frutto di un'analisi aderente alla realtà. L'intero mondo del calcio è radicalmente cambiato, allo stadio vanno sempre meno persone ed ai tifosi sono spesso interdette le trasferte. Mi sembra naturale che mancando i «contendenti» si sia ridotto il numero degli incidenti.
Tornando al Daspo in realtà questa norma viene anch'essa già applicata da oltre un anno nei confronti dei cittadini che manifestano per i propri diritti, sotto forma del foglio di via (riesumato per l'occasione) che interdice l'accesso a porzioni del territorio. In Val di Susa (e non solo) da quando è stato installato il cantiere del TAV decine di persone sono incorse in questo provvedimento.


Nelle ultime proteste di piazza, molto spesso, le forze dell’ordine hanno usato il pugno duro contro i manifestanti. Le immagini che sono apparse su internet e anche su alcuni giornali, non lasciano spazio ad interpretazioni. C’è la concreta intenzione di non voler far scendere il popolo nelle strade?

Nel corso delle ultime proteste sicuramente le forze dell'ordine hanno usato il pugno duro, non lesinando in alcuni casi anche nel pestaggio collettivo di ragazzini a terra, nelle manganellate in faccia agli operai e via discorrendo. Non si tratta sicuramente della prima volta e la storia recente del nostro paese, dal G8 di Genova alla Val di Susa, ci racconta vicende anche peggiori. Senza dubbio  un atteggiamento di questo genere, frutto di ordini superiori e non certo d'intraprendenza individuale, è finalizzato a creare un clima di paura che tenga il popolo lontano dalla strada e suoni come monito per chiunque sconvolto dalla situazione economica in cui è stato gettato abbia l'intenzione di protestare fattivamente.


In un suo recente articolo dice che le ultime proteste sono state un «sussulto di dignità». Perché?


Perchè l'italiano è abituato a scendere in piazza solamente quando c'è qualcuno che lo prende per mano e lo accompagna. Dal momento che oggi nel paese tutti coloro che generalmente svolgevano la funzione di accompagnatore, prevalentemente la sinistra radicale ed i sindacati, sono stati cooptati dal «salvifico» progetto del golpe di Mario Monti, in piazza per quasi un anno non è sceso più nessuno. Con l'eccezione di singole categorie di lavoratori (penso ai pescatori o agli operai dell'Alcoa ad esempio) che sono stati repressi con estrema durezza. Nel corso delle ultime proteste, sia pur nel solco di quella che era una manifestazione a livello europeo, ho avuto la sensazione che molti cittadini di svariata estrazione sociale e sensibilità politica abbiano scelto di scendere in strada autonomamente, affrancandosi dalla necessità di una mano che li accompagnasse.


Lei crede sia possibile che il popolo, concretamente, lasci le bandiere di partito e scenda unito nelle strade come è successo in Grecia e in Spagna?


Confesso di non essere molto ottimista in questo senso. In Grecia ed in Spagna il popolo è sceso spesso in strada massicciamente, per contestare le riforme che lo privavano delle risorse economiche necessarie per sopravvivere. Non so quanto queste proteste siano state politicamente trasversali e devo constatare che non hanno minimamente inciso sulle decisioni dei governi che hanno proseguito imperterriti per la propria strada, però l'immagine sicuramente stride con quella dell'Italia dove il popolo è rimasto buonino davanti alla TV, senza disturbare il manovratore. A mio avviso il popolo italiano non è comunque assolutamente maturo per protestare in piazza unitariamente nella difesa dei propri diritti. La divisione politica fra destra e sinistra, continuamente alimentata dai coltivatori di odio, rimane ancora oggi troppo forte, perché si possa supporre che i cittadini abbandonino le bandiere di partito e si uniscano nella difesa del loro comune interesse. Anche quando le generazioni più giovani hanno fatto qualche tentativo in questo senso, penso al «nè rossi nè neri ma liberi pensieri» ai tempi dell'onda e di piazza Navona, i dispensatori dell'odio si sono prodigati affinché l'iniziativa abortisse in un battito di ciglia. Allo stato attuale delle cose il «dividi et impera» è l'unica parola d'ordine che gli italiani conoscano, per la gioia del regime dei banchieri e dei questurini come la Cancellieri che al di là dei facili allarmismi sanno bene di poter dormire sonni tranquilli.

Autore: Fabio Polese per Agenzia Stampa Italia

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
By Admin (from 06/12/2012 @ 05:08:46, in it - Osservatorio Globale, read 1060 times)

La commistione inestricabile di interessi che negli ultimi decenni ha legato sempre più indissolubilmente i governi occidentali e il sistema bancario globale, sta evidenziando a cosa stiamo andando incontro: Un disastro di proporzioni inimmaginabili, mai accaduto nella storia documentata degli ultimi 10.000 anni (non è un errore di stampa, ripeto: "storia documentata degli ultimi diecimila anni). Perchè?

Argento 10 anni storico

Semplice, l'umanità ha superato da poco i 7 miliardi di persone ed ha raggiunto livelli di capacità lavorativa e creativa unici nella storia. Con le attuali conoscenze scientifiche, umanistiche, mediche, siamo in grado OGGI di fornire una vita dignitosa a decine di  miliardi di persone, senza aumentare di un solo minuto il nostro attuale ritmo di lavoro, ma questo non sembra che stia accadendo... Perchè?

Perchè lo strumento di scambio economico (moneta) dei beni e servizi che renderebbero la terra un Paradiso lo abbiamo affidato in gestione esclusiva ad un ristretto gruppo di persone che sono proprietarie delle più grandi banche del mondo, che a loro volta sono azioniste di tutte le multinazionali, che a loro volta sono leader dei mercati della distribuzione dei beni e dei servizi e che tutte assieme pagano lautissimi benefit ai nostri "politici" per fare le leggi "ad Hoc" al fine di rafforzare ogni aspetto del loro controllo sull'umanità. Sono stato abbastanza chiaro? Se vuoi approfondire leggi i post di questo sito e avrai tutte le conferme che desideri.

Oro 10 anni storico 

Ma i tempi stanno cambiando. Nessuno vuole più saperne di andare in guerra (anche se sono oltre 10 anni che fanno di tutto per farla scoppiare), internet sta diventando uno strumento di informazione potentissimo e la moneta ormai non vale più niente. Quest'ultimo punto te lo spiego subito.

I grafici della quotazione dell'oro e dell'argento degli ultimi 10 anni sono già auto-esplicativi, l'argento è passato da 3 $ a 33 $ in 10 anni toccando anche i 50$ l'oncia, mentre l'oro è passato dai 300 $ ai 1.700 $, con punte di 1.900 $. Questo NON significa che per estrarre l'oro e l'argento e per fare qualunque altro bene, "costa sempre di più", assolutemente no! Significa che LA MONETA VALE SEMPRE MENO, in 10 anni vale il 90% in meno!!! E questo è solo la punta dell'iceberg!

Il sistema bancario mondiale vive sullo scambio di moneta (che in 10 anni ha perso il 90% del suo valore) e per questo deve aumentare di 10 volte il suo volume di scambi monetari per continuare a fare guadagni "veri". Adesso hai capito in cosa consiste la bolla che sta per scoppiare:

L'umanità sta per scoprire che LA MONETA NON POSSIENE NESSUN VALORE INTRINSECO, e che la montagna di debiti, titoli, azioni, derivati, etc, etc, sono soltanto una montagna di carta da macero o bit su alcuni computer che potrebbero essere CANCELLATI, ma i signori politici ed i signori banchieri affermano che per cancellare questi debiti (che hanno creato truffandoci) è necessario che gli cediamo la proprietà dei beni FISICI che possediamo...

La realtà invece è che l'unica Vera Ricchezza = Lavoro & Creatività

I governi e le banche crolleranno assieme appena noi

TORNEREMO SOVRANI DELLA VERA RICCHEZZA!!!

Sursa: glollo.com - Autore: Giovanni Lollo

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Is the human species doomed to intellectual decline? Will our intelligence ebb away in centuries to come leaving our descendants incapable of using the technology their ancestors invented? In short: will Homo be left without his sapiens?

This is the controversial hypothesis of a leading geneticist who believes that the immense capacity of the human brain to learn new tricks is under attack from an array of genetic mutations that have accumulated since people started living in cities a few thousand years ago.

Professor Gerald Crabtree, who heads a genetics laboratory at Stanford University in California, has put forward the iconoclastic idea that rather than getting cleverer, human intelligence peaked several thousand years ago and from then on there has been a slow decline in our intellectual and emotional abilities.

Although we are now surrounded by the technological and medical benefits of a scientific revolution, these have masked an underlying decline in brain power which is set to continue into the future leading to the ultimate dumbing-down of the human species, Professor Crabtree said.

His argument is based on the fact that for more than 99 per cent of human evolutionary history, we have lived as hunter-gatherer communities surviving on our wits, leading to big-brained humans. Since the invention of agriculture and cities, however, natural selection on our intellect has effective stopped and mutations have accumulated in the critical “intelligence” genes.

“I would wager that if an average citizen from Athens of 1000BC were to appear suddenly among us, he or she would be among the brightest and most intellectually alive of our colleagues and companions, with a good memory, a broad range of ideas and a clear-sighted view of important issues,” Professor Crabtree says in a provocative paper published in the journal Trends in Genetics.

“Furthermore, I would guess that he or she would be among the most emotionally stable of our friends and colleagues. I would also make this wager for the ancient inhabitants of Africa, Asia, India or the Americas, of perhaps 2,000 to 6,000 years ago,” Professor Crabtree says.

“The basis for my wager comes from new developments in genetics, anthropology, and neurobiology that make a clear prediction that our intellectual and emotional abilities are genetically surprisingly fragile,” he says.

A comparison of the genomes of parents and children has revealed that on average there are between 25 and 65 new mutations occurring in the DNA of each generation. Professor Crabtree says that this analysis predicts about 5,000 new mutations in the past 120 generations, which covers a span of about 3,000 years.

Some of these mutations, he suggests, will occur within the 2,000 to 5,000 genes that are involved in human intellectual ability, for instance by building and mapping the billions of nerve cells of the brain or producing the dozens of chemical neurotransmitters that control the junctions between these brain cells.

Life as a hunter-gatherer was probably more intellectually demanding than widely supposed, he says. “A hunter-gatherer who did not correctly conceive a solution to providing food or shelter probably died, along with his or her progeny, whereas a modern Wall Street executive that made a similar conceptual mistake would receive a substantial bonus and be a more attractive mate,” Professor Crabtree says.

However, other scientists remain sceptical. “At first sight this is a classic case of Arts Faculty science. Never mind the hypothesis, give me the data, and there aren’t any,” said Professor Steve Jones, a geneticist at University College London.

“I could just as well argue that mutations have reduced our aggression, our depression and our penis length but no journal would publish that. Why do they publish this?” Professor Jones said.

“I am an advocate of Gradgrind science – facts, facts and more facts; but we need ideas too, and this is an ideas paper although I have no idea how the idea could be tested,” he said.

THE DESCENT OF MAN

Hunter-gatherer man

The human brain and its immense capacity for knowledge evolved during this long period of prehistory when we battled against the elements

Athenian man

The invention of agriculture less than 10,000 years ago and the subsequent rise of cities such as Athens relaxed the intensive natural selection of our “intelligence genes”.

Couch-potato man

As genetic mutations increase over future generations, are we doomed to watching  soap-opera repeats without knowing how to use the TV remote control?

iPad man

The fruits of science and technology enabled humans to rise above the constraints of nature and cushioned our fragile intellect from genetic mutations.

Source: independent.co.uk

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

Hours before the historic vote at the General Assembly on the upgrade status on Thurday, four senators presented legislation, threatening to stop the million-dollar assistance.

The 193-member General Assembly voted 138-9 with 41 abstentions at the United Nations for a resolution approving the upgrade. Nine countries, including Canada, Israel, and the United States, voted against it.

Having earned the observer non-member status, Palestinians will enjoy access to UN agencies and the International Criminal Court (ICC) where they could file complaints against Israel.

“The biggest fear I have is that the Palestinians achieve this status it won’t be very long before the Palestinians use the United Nations as a club against Israel,” said Sen. Lindsey Graham, R-S.C.

The legislation to cut aid to the Palestinian Authority would reportedly come into effect once Palestinians file war crime charges against Israel at the ICC. The Senate could wrap up the legislation by the week’s end.

Proponents of the measure, including Sens. John Barrasso, R-Wyo., and Bob Menendez, D-N.J., said they expect it to win overwhelming approval.

MP/MA - Source: presstv.ir

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 2577 persone collegate

< luglio 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Titolo
en - Global Observatory (605)
en - Science and Society (594)
en - Video Alert (346)
it - Osservatorio Globale (503)
it - Scienze e Societa (555)
it - Video Alerta (132)
ro - Observator Global (399)
ro - Stiinta si Societate (467)
ro - TV Network (149)
z - Games Giochi Jocuri (68)

Catalogati per mese - Filed by month - Arhivate pe luni:

Gli interventi piů cliccati

Ultimi commenti - Last comments - Ultimele comentarii:
Now Colorado is one love, I'm already packing suitcases;)
14/01/2018 @ 16:07:36
By Napasechnik
Nice read, I just passed this onto a friend who was doing some research on that. And he just bought me lunch since I found it for him smile So let me rephrase that Thank you for lunch! Whenever you ha...
21/11/2016 @ 09:41:39
By Anonimo
I am not sure where you are getting your info, but great topic. I needs to spend some time learning much more or understanding more. Thanks for fantastic information I was looking for this info for my...
21/11/2016 @ 09:40:41
By Anonimo


Titolo


TurismoAssociati.it uses cookies to ensure you get the best experience on the internet (European Union User Consent Policy)

More info



Publishes and comments on leaked documents alleging government and corporate misconduct.



Trilingual World Observatory: italiano, english, romana. GLOBAL NEWS- If you want to make information and not suffer it, become a CITIZEN JOURNALIST.


TurismoAssociati.it & Facebook

notizie globali, global news, stiri globale, reti sociali, social networks, retele sociale


Atlas City Project 4 All Of Us Radio The Ecova Project Backyard AQUAPONICS - Bringing food production home EuropeanOrganizationforSustainability The New Z-Land Project Pangea Organization - United towards a sustainable future Resource Based Economy Foundation


TurismoAssociati. it FEED Reader


CURRENT MOON

Trilingual World Observatory: italiano, english, romana. GLOBAL NEWS- If you want to make information and not suffer it, become a CITIZEN JOURNALIST.



Prenotazioni hotel, voli, offerte viaggi e vacanze, case vacanze, voli low cost, noleggio auto, offerte speciali.







16/07/2018 @ 14:48:41
script eseguito in 804 ms